Itinerari di visita gratuiti: Anfiteatro, Museo dei gladiatori, Teatro Garibaldi con il Satiro, copia da Prassitele, Museo archeologico, Mitreo. Corteo storico, esibizione di gladiatori, unguentari con profumo alle rose, stand di prodotti locali e altri eventi ancora. Domenica 30 maggio. Prenotazioni al Comune di SMCV: 0823813194/179.

S. Maria Capua Vetere(Ce)- (da Filomena Camanzo) Al tempo dei Romani era semplicemente Capua. Nel IV secolo a.C. era la più grande città del Mezzogiorno, al punto che Cicerone la definì Altera Roma, “l’altra Roma”. Il suo anfiteatro, chiamato capuano o campano, è secondo per dimensioni solo al Colosseo. Qui aveva sede una famosa scuola di gladiatori e qui ebbe origine la rivolta di Spartaco. Sarà Santa Maria Capua Vetere (Ce) l’ultima tappa della Penisola del Tesoro 2010, realizzata in collaborazione con il Comune. Protagonisti degli itinerari di visita saranno l’Anfiteatro, il Museo dei gladiatori, il Teatro Garipaldi dove viene esposta dopo il restauro la grande statua del Satiro, copia fedele del capolavoro di Prassitele. Le visite proseguono al Museo archeologico, dove saranno anche inaugurate alcune sale, e dove maestri bronzisti dimostreranno tutte le fasi dell’antica famosa lavorazione e fusione del bronzo.  Alle 12 è in programma il saluto delle autorità cittadine e dei rappresentanti Tci, preceduto da un corteo storico cui seguirà l’esibizione dei gladiatori, le cui battaglie rivivranno nell’Anfiteatro grazie al Gruppo storico romano e alla Scuola dei gladiatori Lentulo Batiato. Sul posto si potrà prenotare la visita guidata al Mitreo e a Capua nuova, dove le antiche decorazioni lapidee sono state incastonate negli edifici medievali  e d’epoca successiva. Numerosi nell’arco della giornata gli AppuntaLenti, momenti di pausa e incontro con la storia, le tradizioni e i sapori dei luoghi: oltre agli spettacoli di Ludi Gladiatorii ed ai maestri artigiani che mostreranno le varie fasi della lavorazione del bronzo e della fusione con il metodo della cera persa, tecnica per la quale Capua antica era famosissima, in piazza Mazzini saranno distribuiti unguentari di terracotta realizzati a mano e contenenti profumo alle rose, altro vanto d’epoca romana, e in varie piazze sono previsti stand, banchetti di prodotti locali e si potrà ottenere uno speciale annullo filatelico.   Per maggiori informazioni, scarica il programma dettagliato dalla sezione ’documenti allegati’ qui a fianco, con l’indicazione delle strutture ricettive e di ristorazione che riservano ai partecipanti condizioni speciali in occasione della Penisola del tesoro. (Comunicato segnalato da Filomena Camanzo, Touring Club)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”