VENAFRO: RAPINATORE 18ENNE RIMPATRIATO NEL LUOGO DI ORIGINE

ISERNIA: DENUNCIATA TITOLARE DI AZIENDA DI RACCOLTA RIFIUTI

Allontanato stamane, dalla tranquilla terra del Molise, un giovane 18enne scaltro con precedenti per “rapina”, proveniente da Napoli. Nel corso del controllo del territorio e vigilanza degli obiettivi sensibili nel centro Venafrano, in ora di punta per lo svolgimento delle attività commerciali, gli uomini dell’Arma locale hanno intercettato un 18enne poi risultato di Napoli che si aggirava con fare sospetto nel cuore del centro città di Venafro, tra istituti di credito ed attività commerciali. Dopo una attenta attività di osservazione i militari sono entrati in azione bloccando il giovane per un controllo. Poiché lo stesso è risultato gravato, dagli accertamenti espletati, da reati contro il patrimonio e, in particolare per “rapina”, nonostante la giovane età, i militari operanti lo hanno accompagnato in Caserma ove lo hanno proposto all’autorità di Pubblica Sicurezza, per il “rimpatrio” nella città di origine con divieto di ritorno nel territorio del comune di Venafro per anni tre.

E sempre a Venafro i militari del Nucleo Radiomobile hanno denunciato all’A.G. Pentra un 35enne residente in un centro limitrofo per guida senza patente. L’uomo, è stato sorpreso alla guida di una moto sprovvisto della patente di guida mai conseguita.

Ad Isernia i militari di una Stazione dipendente della locale Compagnia in collaborazione con personale del Nucleo Operativo Ecologico di Campobasso, al termine di controlli di prevenzione ambientale effettuati nel territorio, hanno inoltrato una denuncia all’A.G. nei confronti della legale responsabile di un’azienda di raccolta e stoccaggio di rifiuti plastici, per alcune irregolarità relative a carenze strutturali riscontrate, necessarie invece per evitare un possibile inquinamento delle acque.(Comunicato da ufficio stampa Comandante reparto Operativo Carabinieri Isernia)

Pubblicato da red.prov. “Alto Casertano-Matesino & d”