Piedimonte Matese(Ce) - I carabinieri della compagnia di Piedimonte Matese, in provincia di Caserta, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 13 persone, 5 immigrati nigeriani e otto italiani, accusati di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare di cocaina, hashish ed eroina. Il provvedimento è stato emesso a conclusione di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, ed avviate da alcuni mesi dagli stessi carabinieri nell’Alto Casertano. La banda era composta da italiani, nigeriani e un sudanese. Le indagini hanno messo in evidenza un consistente traffico di sostanze stupefacenti di vario tipo (prevalentemente cocaina ed eroina ma anche crak, hashish ed ecstasy), organizzato negli anni 2007 e 2008, da un gruppo di africani domiciliati nella zona di Castelvolturno, litorale domizio, per rifornire i principali spacciatori dell’area matesina, in particolare quattro giovani pusher (uno di Alife e tre di Piedimonte Matese) ai quali si rivolgevano decine di acquirenti del luogo. È stato anche accertato che cocaina, hashish ed eroina venivano cedute dagli indagati anche a giovani spacciatori provenienti dalla provincia di Latina. (Fonte. Corriere del Mezzogiorno)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

About these ads