Napoli- Lo scrittore era stato accusato di aver utilizzato per Gomorra parti di articoli comparsi sui quotidiani Cronache di Napoli e Corriere di Caserta. Secondo i giudici invece le due testate hanno copiato articoli che l’autore aveva pubblicato su Repubblica e su altri giornali Il tribunale di Napoli ha dato ragione a Roberto Saviano respingendo interamente la tesi degli editori dei quotidiani Cronache di Napoli e Corriere di Caserta, secondo cui l’autore avrebbe utilizzato per “Gomorra” parti di loro articoli. Con lo stesso provvedimento il Tribunale di Napoli ha invece condannato proprio gli editori di Cronache di Napoli e Corriere di Caserta per aver copiato articoli che lo scrittore aveva pubblicato su Repubblica e altri quotidiani. “A volte – commenta lo scrittore – la verità è più forte del fango. Sono estremamente felice per la sentenza del Tribunale di Napoli che spero metterà finalmente a tacere chi in questi anni, soprattutto in Campania ha tentato di delegittimare il mio lavoro insinuando che fosse una copia di cose già dette e scritte da altri. Un modo banale per invitare a nascondere le mie parole, ancora una volta a non porre attenzione sui meccanismi criminali” (Fonte: Repubblica)

Pubblicato da  red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”