Dugenta(Bn)- (di Maria Grazia Porceddu) Un entusismante fine settimana tra musica e tradizione con lo sguardo rivolto al futuro Un week-end tra musica e tradizione, guardando al futuro e alle nuove generazioni. E’ un bilancio positivo quello dell’ottava edizione di ‘Bella è l’ estate’, la due giorni dugentese proposta dalla pro loco nello scorso fine settimana. Due serate che hanno animato la piazza comunale, registrando il gradimento del pubblico catapultato alternativamente in atmosfere e suggestioni popolari, per poi immergersi nel rock, passando per balli e un pizzico di ‘magia’. Un doppio appuntamento che ha unito sapientemente cultura e tradizione, freschezza e divertimento. Soddisfatta Gerarda Mirra, presidente del sodalizio dugentese, che ricorda ancora una volta come ‘Bella è l’estate’ rientri in un percorso molto più ampio che la pro loco di Dugenta porta avanti da anni ed in particolare nell’ambito del servizio civile con il progetto ruralità e turismo. Apprezzato il concerto de ‘I Musicalia’, noto e rinomato gruppo di musica popolare sannita. Atmosfere, melodie e parole penetranti, per evocare un corollario di immagini e quadri di civiltà del passato nella prospettiva ultima di comunicarlo e tramandarlo così alle nuove generazioni. “Lo stesso titolo dello spettacolo ‘Musica delle radici che diventa futuro’ – sottolinea Gerarda Mirra – evidenzia la volontà di questo gruppo di farsi testimone di una tradizione popolare che divenga poi futuro attraverso le nuove generazioni. E proprio per questo, in una sorta di continuità simbolica, nella seconda serata dell’evento la pro loco promuove accanto alla serata di musica tradizionale quella dedicata ai giovani talenti”. In una sorta di continuità ideale si effettua un ‘passaggio’di testimone di questa ricchezza culturale e tradizionale alle nuove generazioni. E ad aprire la serata dedicata ai giovani talenti, è stato ‘Magic Victor’, alias Vittorio Ceniccola, giovane illusionista elegante e raffinato, che a soli diciotto anni mostra di essere già un grande professionista. Applaudita anche la performance dei piccoli ballerini del ‘Maracaibo club’ di Andrea Stellato, che ha messo in luce come i talenti locali uniscano alla passione l’impegno e la tenacia. Conclusione in rock con l’energia degli ‘Eagles on the road’, band emergente della Valle Telesina formata da: Mary (voce), Fabio Valdella (chitarra solista), Manuel Gisondi (chitarra ritmica), Antonio Coppola (tastiere e effetti), Ermelinda Minicillo (basso); Antonello Frascadore (batteria). “Le due serate – conclude il presidente Mirra – non sono state pensate a caso, ma ancora una volta abbiamo voluto proporre nel nostro piccolo paese un percorso culturale di ricerca storica attraverso suoni, musica e tradizione. In particolare con i ‘Musicalia’ e i testi da loro proposti abbiamo voluto evidenziare un messaggio di cittadinanza e legalità. Lo spazio dedicato ai giovani talenti ha completato, come sempre, l’intero percorso”. Tutto questo nell’ampia prospettiva di una località che non diventa localismo, ma universalità nella musica, nella tradizione e nelle nuove generazioni.(Comunicato a cura di Maria Grazia Porceddu, Ufficio stampa di ‘Bella è l’estate’ )

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”