Puccianiello di Caserta – (Di Salvatore Candalino) – Domenica 12 settembre, alle ore 10.00, inaugurazione del nuovo campetto di calcio a 5 dell’Oratorio Giovanni Paolo II della Comunità Parrocchiale SS. Nome di Maria con erba sintetica con la presenza del Vescovo Mons. Pietro Farina. Già da qualche anno l’oratorio affianca alle classiche attività ludico-sportive e culturali-formative, la possibilità di frequentare una scuola di calcio di base, associata F.I.G.C. E A.N.S.P.I., nello stesso ambiente e nello stile educativo oratoriano. La scuola calcio ha quale obiettivo quello di avviare i bambini alla pratica dello sport attraverso il gioco spontaneo, rispettando tutte le diverse esigenze fisiologiche, psicologiche e pedagogiche di ogni singolo allievo. “Siamo molto attenti – dichiara Franco Picozzi, direttore dell’Oratorio – alla crescita del singolo giovane calciatore che si iscrive alla nostra scuola, abbiamo all´interno della nostra equipe animatori ed istruttori di scuola calcio, ma soprattutto abbiamo persone che trasmettono ai nostri ragazzi la passione per lo sport e per il gioco del calcio insegnando loro che l´unica vittoria che conta è l´amicizia, l´educazione e la crescita motoria. La scelta di fondo del nostro operare – continua Picozzi – è di essere al servizio del bambino, del ragazzo attraverso la pratica sportiva al fine di favorire la sua crescita morale, fisica e sportiva. Da quest’anno – conclude Picozzi – si porranno le fondamenta per creare un grande centro sportivo oratoriale che diventi un punto di riferimento per tutti coloro che vorranno avvicinarsi allo sport ed in particolare al calcio nello spirito di Don Bosco “pallone e Vangelo”. Compito di una Scuola-calcio è anche quello di cercare di rendere autosufficienti i ragazzi abituandoli a gestirsi da soli, come prepararsi e portarsi la borsa, cambiarsi, allacciarsi le stringhe, farsi la doccia, e altro ancora. Fondamentale è l’aiuto, il confronto e la collaborazione dei genitori che insieme agli allenatori-educatori possono dare ai bambini motivazioni, stimoli e aspettative necessarie allo sviluppo della loro intelligenza e personalità. (Comunicato a cura del giornalista Salvatore Candalino)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”