Piedimonte Matese(Ce)- Messaggio dal Sig. Daniele Cinotti rivolto al signore che va attaccando i manifesti selvaggi  sulla fontanella di Piazza Roma: Al distinto signore (e a quelli che lo hanno sostenuto in questa meschina iniziativa) che và attaccando manifestini sulla fontanella di Piazza Roma, di fronte alla sede del comitato di San Marcellino: “Egregio dottore (la chiamo così, si vede dal suo “stile” di scrittura…), premesso il doveroso rispetto per le idee altrui, dovrebbe vergognarsi di definire l’attuale sindaco un “barbaro”, solamente perchè l’amministrazione vuole spostare la fontana di dieci metri (secondo un restyling logico): ha idea di cosa sia la barbarie?E’ evidente che i libri di storia lei li usa solo per riempire le librerie (ammesso che le abbia) o per ammazzare le mosche. E’ giusto che il volto di una città cambi nel corso degli anni Qui non si vuole interrare Piazza Roma, si vuole altresì dare visibilità ad una fontana storica, rendendola parte integrante del sistema artistico di Piedimonte. Farebbe bene (lei e gli altri come lei che sanno solo lamentarsi ed offendere) ad abbandonare questa mentalità marcia e becera (spero per lei non dettata da altri interessi): sono le persone come lei che rendono il nostro paese vecchio ed inospitale, attaccato ad una fierezza campanilistica di terz’ ordine, valida solo a distruggere e non a costruire ed innovare, sempre rispettando la tradizione e la storia della nostra città (peculiarità non discussa dell’attuale amministrazione).  Le dò un consiglio, prendendo in prestito le parole di un grande liberale, Benedetto Croce: “Per valutare il presente, guardi al passato”……recente, aggiungo io” (Mess. da Daniele Cinotti)

Pubblicato da re.d. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”