Controlli e perquisizioni nei comuni matesini di: Piedimonte Matese, Gioia Sannitica, Alife, Ailano, Alvignano e Dragoni

Piedimonte Matese(Ce)- E’ di due arresti in flagranza di reato, una persona denunciata a piede libero, decine di controlli e perquisizioni con il sequestro di un fucile calibro 12, il bilancio di una operazione di contrasto ai fenomeni di microcriminalità predisposta questa mattina all’alba dalla Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese, al comando del Capitano Salvatore Vitiello. Ad agire i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile e quelli della Stazione di Ailano, con i Marescialli Giuseppe Calabrese e William Salvatore e gli Appuntati Scelti Luigi Imbriglia e Giuseppe Cambio, i quali hanno setacciato palmo a palmo i territori dei comuni matesini. Nell’estrema periferia di Piedimonte Matese gli uomini dell’Arma hanno rintracciato due pregiudicati sospettati di essere autori di alcuni furti commessi nell’alto casertano. Si tratta di Tharen Tamirh, 37enne e Gaymel Mory, 28enne, entrambi di origine algerina, i quali risultavano colpiti da un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale. I due pregiudicati hanno anche tentato una breve fuga a piedi ma sono stati immediatamente bloccati e trasferiti presso le camere di sicurezza dell’Arma dove ora si trovano in stato di arresto a disposizione della competente Autorità Giudiziaria. Ad Alvignano invece, i militari della locale Stazione diretti dal Luogotenente Nicola Marsilio e dal Maresciallo Piero Di Fusco, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, un 28enne del posto, il quale è stato sorpreso alla guida della sua Fiat Punto, nonostante l’autovettura fosse stata già precedentemente sottoposta a sequestro in quanto il giovane era finito nei guai perché sorpreso alla guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. Il reato di cui ora dovrà rispondere è di violazione ai doveri inerenti la custodia di cose sottoposte a sequestro. Il veicolo in questo caso è stato confiscato ed affidato ad una ditta autorizzata in custodia giudiziaria. Sempre tra Piedimonte Matese, Gioia Sannitica, Alife, Ailano, Alvignano e Dragoni sono stati attuati vari posti di blocco durante i quali sono state eseguite verifiche su 115 veicoli in transito e identificate 135 persone, numerose inoltre le perquisizioni per la ricerca di armi, droga e refurtiva. Proprio durante una perquisizione, nei pressi di un casolare abbandonato ubicato nella periferia di Dragoni, è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro un fucile calibro 12 sul quale ora vengono svolti accertamenti per risalire alla provenienza dell’arma.(Comunicato da redaz. cronac, matesina)

About these ads