Lettera del presidente del Cocevest Raffaele Raimondo (nella foto a dx):  “DIFENDIAMO LA PIANURA CASERTANA DAI RIFIUTI DI NAPOLI
Lettera Aperta ai Sindaci di San Tammaro, Capua, Casal di Principe, Santa Maria la Fossa, Grazzanise, Cancello ed Arnone, Castel Volturno

“Signori Primi Cittadini,
torna ancora l’incubo-rifiuti! Se il Presidente Zinzi annuncia ricorso al Tar, Voi ritenete di agire, con la tempestività ad horas che il caso impone? Se è nata la “cordata” per chiedere al Presidente Berlusconi di dar prova di “senso dello Stato”, assicurando la quota-ristoro, ai Comuni cui spetta, una simile iniziativa, molto più repentina perché emergenziale, è da intraprendere al cospetto della “bella” decisione del Presidente Caldoro di “risolvere” a Terzigno sterzando per l’ennesima volta sulla pianura del Basso Volturno?

 

Se Savignano (AV) è fra i “beneficiari” della medesima soluzione, Vi pare indecoroso schierarvi e guidare le popolazioni come i Sindaci dell’Alta Irpinia stanno facendo per resistere ai disastrosi tagli del Piano ospedaliero regionale “targato centrodestra”? Se Sant’Arcangelo Trimonte (BN) è parimenti nell’occhio del ciclone-Governatore della Campania, pensate di riproporre l’antica fierezza sannita che umiliò i Romani a Forchia? Sono il presidente di un Comitato impegnato da 14 anni nella celebrazione degli Eventi storici e nell’organizzazione di Corsi di Formazione Politica (Educazione alla Cittadinanza consapevole e responsabile) e, pertanto, sento il dovere di interrogare le SS.LL. sulle misure civili che forse Vi state apprestando ad intraprendere, ma le notizie al riguardo sono ancora scarse. Vi prego allora di attivare tutti i canali informativi ed operativi, affinché non si ripeta ciò che è già accaduto nel 2008 a Ferrandelle, con grande risonanza massmediatica e soprattutto con grave danno alla salute delle popolazioni casertane! Sarebbe il corpo mortale per un’area ormai agonizzante!!! LA SALUTE DEI CITTADINI DI TERZIGNO VALE QUANTO QUELLA DELLE COMUNITA’ CHE GUIDATE! CON QUALI MODALITA’ INTENDETE FERMARE GLI AUCOMPATTATORI GIA’ IN MOTO PER SCARICARE MIGLIAIA DI TONNELLATE NELLE NOSTRE CONTRADE??? Auspico non tanto una risposta “giornalistica” su MARUZZELLA, quanto sollecite operazioni a tutela del nostro territorio finora abbandonato e oltraggiato da determinazioni che, per la loro estrema gravità, passeranno alla storia locale e nazionale di questo tristissimo periodo”. Raffaele Raimondo, presidente Ass. Cocevest Grazzanise

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”