SAN NICOLA LA STRADA(CE) – (di Nunzio De Pinto) “Il centrodestra per mesi ha propagandato la soluzione dell’emergenza rifiuti ma i nodi irrisolti stanno venendo al pettine”. È quanto afferma in una nota la sezione cittadina del partito Democratico, di cui è segretario l’avvocato Vito MAROTTA. “Il Presidente Caldoro” – prosegue il comunicato diffuso all’indomani dell’ordinanza del Presidente della Regione Stefano Caldoro che – appropriandosi dei poteri sostitutivi che gli consente la legge – ordina lo sversamento dei rifiuti a San Tammaro – “ha in netto contrasto con quanto impone la gestione provinciale del ciclo dei rifiuti e per far fronte all’emergenza scoppiata nel napoletano, ha ordinato lo sversamento di tonnellate di rifiuti nella nostra Provincia minando ulteriormente ed ingiustamente la vivibilità del nostro territorio. A San Nicola, la maggioranza di centro destra compie un ulteriore “miracolo” – è il “j’accuse” del PD sannicolese – “dopo aver indebitato le casse comunali, sta procedendo, in questi giorni, ad inviare, per la seconda volta nel corso dell’anno 2010, la nuova bolletta relativa alla Tariffa sui rifiuti (la famigerata T.I.A., ndr.). Quindi, come più volte denunciato dal PD, saranno i cittadini a pagare i danni derivanti dal fallimento dell’Unione dei Comuni (circa 8 milioni di euro di debiti) a fronte di un servizio” – sottolinea la nota – “a dir poco scadente con i nostri campi di calcio trasformati in discarica e con i proventi derivanti dalla raccolta differenziata a vantaggio della ditta appaltatrice. A ciò si aggiunga che la futura amministrazione, oltre ad ereditare un disastro finanziario, dovrà applicare l’ulteriore aumento derivante dalla scelta della Provincia (un aumento di ben 50 euro per tonnellata da 89 euro precedenti agli attuali 138,09 euro a tonnellata, ndr.) di aggravare il costo per lo smaltimento in discarica che, ad oggi, l’Amministrazione Pascariello ha fatto finta di ignorare riversandolo su chi verrà dopo. Il Partito Democratico sannicolese” – conclude il PD di Marotta – “che sta lavorando alla vittoria delle prossime elezioni comunali, esprime la massima solidarietà alle popolazioni della provincia casertana vittime delle scelte assurde compite da Caldoro e si dichiara pronto, nonostante la pesante eredità che sta per lasciare il centrodestra cittadino, a migliorare l’efficienza del servizio di raccolta dei rifiuti compatibilmente con un’attenta opera di risanamento finanziario”. (Articolo a cura di NUNZIO DE PINTO )

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”