Piedimonte Matese(Ce)- (di Nicola Iannitti) Un’altra tappa significativa nel cammino spirituale dall’Associazione Salesiani Cooperatori di Campania e Basilicata si è aggiunta a quella celebrata l’anno scorso col recente , tradizionale pellegrinaggio al Santuario della Madonna di Pompei. Da tempo ormai immemorabile, il mese di ottobre, per i salesiani cooperatori dell’ Ispettoria Meridionale, è dedicato alla visita del Santuario di Pompei. Anche quest’anno la tradizione si è rinnovata con un pellegrinaggio che ha raccolto migliaia di persone sotto l’accogliente manto della Vergine Celeste. Basilica gremita di fedeli, già dalle prime ore del pomeriggio in attesa di a recitare il Santo Rosario e seguire con grande devozione la Santa Messa celebrata dall’Ispettore don Pasquale Martino. Tra i tantissimi devoti della Madonna di Pompei faceva spicco il nutrito gruppo dell’Associazione Salesiani Cooperatori di Piedimonte Matese. la cui partecipazione è stata resa possibile grazie all’impegno profuso dalla famiglia Amendola nell’organizzazione del viaggio. Un merito particolare va senz’altro attribuito all’opera svolta dal dr. Enzo Del Giudice, coordinatore regionale dell’Associazione Salesiani cooperatori di Campania Basilicata, perché il pellegrinaggio si svolgesse nel migliore dei modi e nei tempi prefissati. Alle 15.30, orario previsto per l’accoglienza, il Santuario era già gremito di fedeli assorti nella preghiera e nella recita del Santo Rosario. In attesa della celebrazione della Santa Messa la corale Kerigma, formata da giovani dell’Associazione salesiani Cooperatori di Piedimonte Matese, accompagnati dal maestro Roberto Sperandio all’organo e Alfonso Mauro alla chitarra, ha eseguito numerosi canti dedicati alla Vergine. I ragazzi del coro, durante tutta la celebrazione Eucaristica, sono stati guidati dalla direttrice Valentina Nisio che, nell’attesa del canto d’ingresso, dall’altare, ha coordinato il canto dei fedeli con quello del coro. Un grandissimo onore per i giovani della corale Kerigma dell’Associazione Salesiani cooperatori di Piedimonte Matese per essere stata scelta, tra tante corali salesiane, ad animare una funzione così solenne. Diversi e significativi i momenti del pellegrinaggio ad iniziare dall’accoglienza,con il saluto e il ringraziamento del Vescovo Mons. Carlo Liberati; la Santa Messa, celebrata dall’Ispettore e le toccanti parole dell’’Omelia con l’invocazione alla Vergine affinché guidi la Famiglia Salesiana tutta ad essere faro che illumina i giovani con particolare attenzione a quelli più provati dalla vita; l’offerta dei doni all’altare,( per Piedimonte portati dalle signore Gigliola Foggia e Sofia Iannotta) e, la Supplica alla Madonna del Rosario. Alla fine il Celebrante ha rivolto un invito a pregare perché il Beato Bartolo Longo sia innalzato alla gloria del cielo. Durante la celebrazione eucaristica si è respirato un autentico clima salesiano grazie anche alla presenza dei novizi salesiani guidati da don Angelo Santorsolae all’animazione dei giovani della corale di Piedimonte Matese A ricordo della bellissima giornata, trascorsa immersi nella fede e nella dedizione alla Regina del SS. Rosario di Pompei, il Consiglio Provinciale dei Salesiani Cooperatori ha voluto donare, a tutti i partecipanti , un graditissimo dono a simboleggiare l’amore e la gioia dello stare insieme, nello spirito di Don Bosco. (articolo a cura del giornalista matesino Nicola Iannitti )

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”