Tarquinia(Vt)- Il sindaco di Tarquinia ha minacciato di denunciare il coordinatore del Comitato dei Cittadini Liberi, se avesse fatto delle riprese durante il suo intervento alla conferenza stampa di presentazione del Registro Tumori a Viterbo. L’ intimidazione non ha funzionato e il sindaco è stato ripreso. Poi una copia della registrazione è stata data agli agricoltori di Tarquinia perché potessero ascoltare quell’ intervento, incentrato sulla responsabilità del comparto agricolo nell’ insorgenza delle patologie tumorali. Solo alla fine del suo intervento il sindaco ha menzionato la centrale a carbone ma, mentre ha dato quasi per scontata la responsabilità degli agricoltori, riferendosi al carbone ha detto che il registro servirà a capire se ci sarà incremento di morti e malati rispetto alla vecchia centrale a olio combustibile. Insomma i cittadini si devono tenere, e zitti, le ciminiere avute in regalo tanti anni fa. Non una parola sul cementificio, sull’ autostrada tra le case (che anche grazie alle battaglie dei cittadini per ora non si farà), sulla centrale a bio-massa alla Roccaccia (che per legge potrà bruciare rifiuti), sullo stoccaggio a cielo aperto del pet-coke…..

Tutto il comunicato in file: MAFIA-E-CRICCHE-NELLA-TERRA-DEGLI-ETRUSCHI

Comitato dei Cittadini Liberi comitatocittadiniliberi@yahoo.it (Comunicato inviato da Comitato Cittadini Liberi)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”