Comparto Sicurezza: la UIL/CFS insieme agli altri sindacati del Comparto in piazza il prossimo 13 dicembre

Il 13 dicembre la UIL CFS , insieme agli altri operatori del comparto sicurezza protesterà in piazza Montecitorio a Roma contro la mancata approvazione alla Camera di un emendamento al decreto sicurezza sulla specificità delle Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco. Il 9 dicembre 2010 ci saranno manifestazioni in tutte le province d`Italia con volantinaggio per informare i cittadini. Leggi il comunicato stampa

COMUNICATO STAMPA 07 dicembre 2010

La UIL-Corpo Forestale dello Stato in piazza contro le false promesse del Governo Dopo i tagli al Comparto Sicurezza, gli impegni presi in occasione della firma del contratto e non mantenuti, dopo il ritiro dell’emendamento sulla specificità del comparto la UIL/CFS scenderà in piazza il prossimo 13 dicembre per manifestare davanti a Montecitorio insieme agli altri sindacati delle Forse di Polizia. Si rafforzano le motivazioni che ci hanno portato ad annunciare nei giorni scorsi una manifestazione davanti a Montecitorio il 13 dicembre.  Quello che è successo alla Camera è un colpo basso per i comparti sicurezza e difesa. Non ci sono altre parole per definire il vergognoso comportamento della maggioranza  che ha ritirato un proprio emendamento, mettendo a rischio l’operatività e l’efficienza dei  servizi delle forze dell’ordine dal prossimo primo gennaio. Il 9 dicembre organizzeremo un volantinaggio in tutte le regioni per informare i cittadini di  quel che è accaduto. L’emendamento presentato nell’ambito della conversione in legge del pacchetto sicurezza è fondamentale per la salvaguardia delle indennità specifiche per i servizi di Polizia, per l’indennità pensionabile, per gli avanzamenti di carriera e gli scatti, per gli assegni di funzione.  Agli agenti del Corpo Forestale dello Stato sono già stati imposti sacrifici gravosi e  nonostante i tagli i risultati delle forze dell’ordine continuano ad arrivare.  Vogliamo sperare che al Senato ci potrà essere un ripensamento per l’approvazione di  questo fondamentale emendamento che recepisce gli ordini del giorno approvati più  volte a seguito della nostra manifestazione di questa estate. Impegni che il Governo ha ribadito anche a settembre, in sede di contratto.  Adesso il tempo delle parole e della fiducia è davvero finito.

IL COORDINATORE NAZIONALE (Massimiliano VIOLANTE)*(Comunicato inviato da UIL-CFS Caserta)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”