ISERNIA:  CONTRASTO AL MALTRATTAMENTO DEI MINORI

AGNONE: DENUNCIATO AUTOMOBILISTA CONTROLLATO ALLA GUIDA SOTTO GLI EFFETTI DEI STUPEFACENTI

Tutela dei minori dalle forme di sfruttamento e maltrattamento. E’ anche questa la sensibilità degli uomini dell’Arma, che quotidianamente viene profusa nel corso del controllo del territorio. Nella mattinata i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia sono intervenuti in pieno centro del capoluogo Pentro, dinanzi l’ingresso di un’area commerciale altamente frequentata per lo shopping natalizio ove una giovane mamma 29enne straniera proveniente dalla vicina Campania, non aveva esitato ad impiegare il proprio figlio con poco meno di dieci anni, nella pratica della mendicità’.

I militari hanno posto fine all’attività illecità che, come previsto dal legislatore con il pacchetto sicurezza del luglio 2009, integra un vero e proprio reato penale, quello dell’impiego dei minori nell’accattonaggio ai sensi dell’art.600 octies del Codice Penale, redigendo al termine dell’intervento una informativa di reato inviata alla competente Autorità Giudiziaria del capoluogo Pentro.

Ed in Alto Molise, un 38enne della provincia di Chieti è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria dai militari di una Stazione dipendente dalla Compagnia di Agnone poiché sorpreso alla guida sotto gli effetti di sostanze stupefacenti. I militari hanno proceduto anche al ritiro della patente di guida dell’utente della strada. Nel contempo il personale operante ha sequestrato anche alcune dosi di sostanza stupefacente tipo cocaina, eroina e metadone sia in possesso del conducente che di un 33enne chietino trasportato. Quest’ultimo è stato segnalato alla Prefettura come assuntore di stupefacenti per fini non terapeutici. (Comunicato da ufficio stampa Comandante reparto Operativo Carabinieri Isernia)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”