Vairano Patenora(Ce) – Non si placano le proteste all’Isiss Marconi della Città dello Storico Incontro, diretto dal preside Ignazio Del Vecchio, contro le storture operate dalla giunta provinciale targata Zinzi, specialmente per aver cancellato l’articolazione energia già concessa con la deliberazione di fine dicembre. I genitori protestano in quanto riferiscono di un forte danno all’immagine dell’Isiss Marconi e delle conseguenti iscrizioni per l’anno scolastico 2011/2012, nonostante l’incredibile impegno messo in campo dal preside Del Vecchio e l’eccezionale mole di lavoro sviluppata dai docenti dell’orientamento capitanati dalla prof.ssa Lucia De Nuccio. Prevista per stasera, giovedì, la convocazione del Consiglio d’Istituto sull’argomento, con il dottor Walter Offi che cercherà di far modificare o integrare la delibera dell’amministrazione provinciale sul delicato argomento con l’adesione di tutte le componenti scolastiche a sottoscrivere un documento per invitare il Presidente della Provincia a riconsiderare il ruolo dell’Isiss Marconi quale motore centrale dello sviluppo sociale e culturale dell’agro vairanese. Non a tutti è chiaro quale sia stata la scelta dell’ente provinciale ad istituire un altro liceo scientifico a Sparanise quando tutt’intorno esistono altri licei come Capua, Teano e Vairano Patenora che già occupano tutta la platea del basso volturno. Come pure non è chiara la scelta di negare il corso serale per l’alberghiero e la ragioneria all’Isiss Marconi atteso l’enorme bacino di utenza e, per l’Itc, il fatto di essere l’unica scuola che sviluppa ed articola i programmi del Progetto Mercurio in tutto il basso volturno e l’alto casertano. Sono scelte che servono solo a decretare confusione e a penalizzare istituzioni, come l’Isiss Marconi, che comunque sono le più gettonate dagli allievi e dalle famiglie. A meno che non si tratti di un voluto depauperamento per l’enorme sviluppo dell’alberghiero e della ragioneria, un fatto di strategie politiche occupazionali che nulla hanno a che vedere con le politiche scolastiche di sviluppo socio-culturale del territorio.(Comunicato stampa da segreteria scuola)

Pubblicato da red. prov. “Alto CasertanoMatesino & d”