TEANO (Ce) -(Di Nunzio De Pinto)  Il 17 marzo prossimo è la Festa dell’Unità d’Italia e l’anniversario dello Stato Italiano. Il 17 marzo di cento anni fa nasceva il Regno d’Italia – stato indipendente ed unitario – sotto la dinastia di Casa Savoia e il primo atto del nuovo Parlamento Italiano fu la proclamazione del Regno d’Italia, con capitale a Torino. In seguito alla votazione unanime del Parlamento, Re Vittorio Emanuele II assunse per sè ed i suoi discendenti il titolo di “Re d’Italia, per grazia di Dio e volontà della nazione”. Nell’ ambito delle manifestazioni organizzate per il 150° Anniversario della proclamazione dell’Unità d’Italia, prende il via venerdì 11 marzo, con inizio alle ore 10.30, presso la ex Chiesa dell’Annunziata, una delle molteplici manifestazioni che vogliono celebrare degnamente il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia. L’iniziativa, che gode del patrocinio dell’Amministrazione comunale di Teano, è stata promossa dal dirigente scolastico della scuola media “Laurenza”, dottor Armando LA PROVA, fra l’altro ex assessore alla pubblica istruzione ed ora consigliere comunale del comune di Teano, e vedrà la partecipazione di circa 300 studenti delle classi seconda e terza dei tre plessi scolastici della Laurenza. Alla manifestazione, che vedrà la presenza del sindaco Raffaele PICIERNO, che porterà il saluto dell’Amministrazione comunale, partecipano tre Ufficiali dell’Esercito Italiano: il Colonnello Giuseppe DE SIMONE, Capo Ufficio Reclutamento e Comunicazione del CME “Campania”, il Tenente Colonnello Gaetano CARLI dell’Arma di Cavalleria ed il Maggiore Antonio GRILLETTO, giornalista e Capo Sezione Pubblica Informazione e Promozione dei Reclutamenti dell’Ufficio Reclutamento e Comunicazione del Comando Militare Esercito “Campania” in Napoli. Dopo i saluti del dirigente scolastico, del sindaco e del Colonnello De Simone, prenderà la parola il Tenente Colonnello Carli che farà un sintetico ma efficace escursus storico delle vicende che, partendo dalle Guerre d’Indipendenza in poi, hanno portato l’Italia ad essere Unita sotto un’unica Bandiera, con una sola lingua (a prescindere dai dialetti di ogni regione) con un solo Parlamento. Una lezione di Storia e di vita che toccherà le corde dei giovanissimi cuori degli alunni con riferimenti ai sacrifici dei milioni di italiani, morti e feriti, che, nel corso di circa due secoli, hanno lottato per l’Unità del Nostro Paese. Nel corso della relazione del Tenente Colonnello Carli sarannno proiettati i numerosi spot che la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha preparato per l’occasione, nonché il video della rievocazione storica dell’ incontro tra Garibaldi e Vittorio Emanuele, rappresentazione che è andata in scena il 17 novembre scorso in Piazza Plebiscito a Napoli. (Articolo a cura del giornalista  NUNZIO DE PINTO)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”