Alife(Ce)- Controlli a tappeto predisposti dalla compagnia carabinieri di Piedimonte Matese, sulle persone attualmente sottoposte agli arresti domiciliari o ad altro tipo di misura cautelare. Sono ben dieci le abitazioni “visitate” dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile e delle locali Stazioni, tra i comuni di Piedimonte Matese, Alife, Alvignano, Dragoni, San Potito, Gioia Sannitica e Fontegreca.  Si tratta di persone ristrette ai domiciliari per reati che vanno dal furto allo spaccio di sostanze stupefacenti, dagli abusi sessuali ad altri reati contro la persona ed il patrimonio. Nel corso dei controlli e delle attività di indagine, un pregiudicato, 30enne, è finito nei guai per inosservanza alla prescrizione che gli consentiva di allontanarsi dal proprio domicilio soltanto per alcune ore della mattina, rientrando a casa oltre l’orario prestabilito. Per il giovane è scattata una denuncia alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere che già nelle prossime ore potrebbe emettere un ulteriore provvedimento di inasprimento della custodia cautelare. Ulteriori indagini sono in corso da parte dei carabinieri per accertare le motivazioni per le quali il 30enne non è rientrato presso il luogo di detenzione domiciliare entro l’orario prestabilito.(Comunicato da redaz. cronac Matese)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

About these ads