Alife(Ce)- (di Vincenzo Martino) “Appello alle persone oneste e competenti che non hanno interessi privati da tutelare e/o rapporti di lavoro con il Comune”: questo, in sintesi, il proclama lanciato dall’avv. Michele Grauso (nella foto) a pochi giorni dalla presentazione delle liste per il rinnovo del consiglio comunale anche nella cittadina di Alife. “Queste persone – continua l’ex amministratore comunale – devono impegnarsi a rinunciare alle indennità di carica, poiché il ruolo di amministratore è una missione. I candidati devono pubblicare le proprie denunce dei redditi percepiti negli ultimi dieci anni; devono, altresì, rendere pubblici tutti i tributi e le tasse che versano al Comune. Essenziale includere nel programma di mandato i seguenti punti prioritari: 1) ripristino della legalità, trasparenza e ordine; 2) piano regolatore generale, dal quale si evince la vera vocazione del paese; 3) recupero del centro storico; 4) regolamentazione del mercato settimanale cittadino; 5) rilancio dell’attività ortofrutticola locale. Sulla base di questi punti – conclude Grauso – le persone che si rispecchiano in detto programma possono confrontarsi per arricchirlo e completarlo; successivamente si procederà alla scelta delle persone qualificate e degne di rappresentare la popolazione di Alife, con l’indicazione della figura del sindaco”. (Articolo a cura del giornalista Vincenzo Martino)

Pubblicato da red. prov. “Alto Caserano-Matesino & d”