Castello del Matese(Ce)- Su facebook non si contano più le segnalazioni di discariche abusive nel territorio del Parco Regionale del Matese Campano. Segnalazioni che sicuramente non fanno piacere agli amministratori locali (Presidente del Parco Regionale del Matese e agli Amministratori dei comuni matesini) impegnati in una campagna di promozione territoriale del Parco del Matese e di conseguenza maldisposti, senza dirlo, a tutto ciò che potrebbe macchiare l’aspetto candido che vorrebbero far apparire del Parco Regionale del Matese Campano. Ci dispiace, ma non è sempre cosi… senza scendere nei particolari delle singole segnalazioni, basta sfogliare le pagine di facebook degli ultimi mesi, con le successive dichiarazione “problema risolto”, denuncia alle autorità pubbliche, incarico smaltimento ditta incaricata, ecc. Puntualmente, nuova discarica, nuova denuncia, nuovo incarico, ecc. Non è il caso di fare qualcos’altro? Non è il caso di sperimentale nuove strade per evitare che questi scempi ambientali si ripetano puntualmente? Gli strumenti ci sono: vigilanza “a tappeto” del territorio mediante coordinamento di tutte le autorità di pubblica sicurezza presenti nel territorio, tolleranza zero per chi inquina, applicazioni del massimo delle sanzioni previste, utilizzo dei poteri di commissariamento per le autorità pubbliche che non si attengo alle disposizioni a tutela ambiente, ecc. Gli amministratori-pubblici locali sono disposti a essere meno politici e più gli amministratori? Adottare piani affinché il “Matese resti pulito” significa, nel breve periodo e a livello micropolitico, contrastare una parte dei cittadini del parco, che sono anche elettori con provvedimenti e atti che potrebbero “far perdere voti” e mettere a rischio future rielezioni. Siamo a un bivio, scegliere di essere dei bravi amministratori o continuare a essere dei bravi politici.  (da Luigi Fidanza, ambientalista)

Foto: Ennesima Discarica di rifiuti abusiva scoperta in data lunedi 11 Aprile 2011 sulla strada provinciale San Gregorio Matese-Miralago ( Foto di Salvatore Mezzullo )

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”