Alife(Ce)- Amministrative 2011. Pienone per il primo comizio di Giuseppe Avecone candidato alla carica di della lista 2 “Per Alife”. Il candidato sindaco ha ricordato Fernando Iannelli. Piazza della Liberazione gremita di persone accorse per sentire il primo comizio del medico dentista alifano Giuseppe Avecone che prima di spiegare il programma politico ha presentato i candidati della lista 2 “Per Alife” alla carica di consigliere. I candidati, tutti emozionatissimi, a stento sono riusciti a presentarsi per nome e a dire qualche altro pensiero sul tema. Per molti di loro quella di domenica é stata la prima esperienza su un palco, ragion per cui era comprensibile che l’emozione salisse alle stelle. Ma probabilmente, a favorire il loro stato d’ animo, sarà stato il messaggio di apertura con cui il candidato sindaco Avecone si é presentato ed ha presentato la lista. Un messaggio che andava ben oltre le diverse vedute, che parlava di amicizia, collaborazione,  solidarietà  e pace, citando più di una volta questa parola…. che oggi come oggi, diventa quasi una rarità visto che i  politici più che a parlare e a usare linguaggi pacifici e di confronto democratico, usano  lanciarsi accuse e offese a più non posso pur di difendere la propria posizione ed ergersi a “paladini di civiltà” (inciviltà), scendendo così nel ridicolo e disonorando l’ identità del fare  quella che dovrebbe essere una vera politica di servizio. Ma non in questo caso, per fortuna, un piccolo miracolo e per questo bisogna sempre ringraziare l’intervento provvido di Fernando Iannelli, che  da lassù continua a vegliare sulla sua città come se fosse ancora vivo e presente in mezzo a noi. E proprio nel ricordo del compianto sindaco Fernando Iannelli  Giuseppe Avecone ha aperto il suo discorso…”E nel suo ricordo,- ha continuato il candidato sindaco- che bisogna continuare a tenere alto il nome di questa città, allontanare i sospetti, le prese di posizione, cercare di essere tutti amici, di rispettarci e di confrontarci per migliorare e risolvere insieme i problemi che interessano il nostro territorio..”. E così Avecone, dopo la presentazione dei candidati alla carica di consigliere  ha cominciato poi a spiegare alcuni punti salienti del programma politico della Lista 2″ Per Alife”. I candidati presentati  durante il Comizio elettorale del 1 maggio sono stati: Giuseppe Amato -67 anni, Marco Bergamin – 28 anni, Emilio Del Giudice – 57 anni, Alfonso Santagata – 52 anni, Angelo Giammatteo – 55 anni, Enrico Palmieri – 37 anni, Giulio Riccio – 48 anni, Leandro Sannullo – 32 anni, Luigi Santagata – 41 anni, Pasquale Sasso – 43 anni, Gabriele Venditti – 55 anni, Luigi Zazzarino – 32 anni. Il capolista “Giuseppe Avecone” ha 45 anni. Il programma della lista civica 2 “Per Alife” é ampio, ambizioso e lungo(in coda si riporta quello ancora non definitivo..). In particolare Avecone ha toccato alcuni punti quali: la cultura, lo sviluppo del territorio, le risorse positive, il mondo dell’ associazionismo, il commercio e l’imprenditoria locale, le politiche sociali. ” La cultura come risorsa, partendo dalle nostre radici storiche, perché senza fare memoria é praticamente impossibile riuscire a capire da dove veniamo. Senza cultura non può esserci perferra conoscenza“. Da questo poi ad un altro passaggio riguardante l’importanza dell’ imprenditoria agricola, punto forte e strategico per il rilancio dello sviluppo.” Anche questo particolare é strettamente collegato con la Cultura del nostro territorio”- ha spiegato Avecone. Di lì poi altri punti quali l’attivazione di una tessera familiare per sostenere le famiglie in difficoltà economica, la conoscenza delle condizioni delle fasce più disagiate verso le quali la politica deve farsene particolarmente carico:” Chi di voi- ha spiegato Avecone- chi di voi  riuscirebbe a vivere in una casa senza i servizi essenziali?” Ecco che centro del nostro impegno sarà quello di restituire a quelle persone, a quelle famiglie della nostra comunità, i diritti che gli spettano e una casa per vivere dignitosamente la propria vita. Perché non ci siano cittadini di serie ” A” e cittadini di serie “B”. I diritti di ogni cittadino sono la cosa più importante da tutelare. Applausi e consensi da parte dei presenti che più di una volta hanno interrotto il suo discorso,  da lui definito “improvvisato” e non da “oratore”, ma bastato per infiammare i cuori della platea presente. Prima di terminare Avecone rispondendo alla domanda del candidato sindaco della lista 1 “Insieme per Alife” Daniele Cirioli, sulla vendita degli immobili per la risoluzione dei problemi inerenti la bancarotta comunale, Avecone ha ribadito che non ci sarà alcuna “svendita”.”La squadra “Per Alife”- ha ribadito Avecone- ha un obiettivo ben preciso, rilanciare  e far diventare questo territorio sano e vitale. Lavoreremo insieme Noi insieme a voi cittadini cercando di attuare il principio di Democrazia partecipata”. Quanto si farà e sarà deciso all’ interno della casa comunale verrà comunicato alla cittadinanza in piena trasparenza. Ci serviremo di stumenti di comunicazione quali il sito internet del comune e una radio che si ha in progetto di realizzare. Alife deve avere un luogo di incontro e di aggregazione, dove ci si potrà confrontare e far nascere nuove idee. Ecco perché nel programma della lista 2 “Per Alife” si é pensato anche alla nascita di un oratorio, luogo di incontro da dove nasce e si forma la comunità. Ancora: la formazione, l’istruzione  e l’istituzione del “Consiglio comunale ragazzi”. Una particolare attenzione verrà riservata anche elle due popolose frazioni di Totari e di S. Michele. ” Il cuore- ha spiegato Avevone-  formato da due atri e due ventricoli é un pò il simbolo della nostra città. I due atri rappresentano il centro storico e le porte gli altri due le due frazioni alifane. I due atri non possono essere divisi dai due ventricoli altrimenti il cuore si fermerebbe. Così la nostra città e le frazioni comprese é un tutt’ uno”. Il Logo della nostra lista civica sta a spiegare proprio questo: Le mura di Alife circondate di verde simbolo del  rispetto per la storia, la cultura e l’ ambiente ed un sole che sorge sopra le mrra della città nel mezzo di un cielo sereno, simbolo dela vita e che deve ritornare a splendere per recuperare la speranza di cambiamento. Perciò che “Insieme” dobbiamo  lavorare per “Guardare e andare oltre…”(slogan della lista 2). (Articolo a cura della redazione politica alifana e dalla prov.)

-Vota i Sondaggi amministrative Alife 2011- Alife(Ce)- Comunali 2011. Vota i “Sondaggi” sulle liste: Chi voti “Cirioli” o “Avecone”? E inoltre rispondi ai “Quesiti” sui servizi da migliorare in città

Per leggere programma politico della Lista 2 “Per Alife cliccare quì sopra

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”