Verdi denunciano: ” in seggio Tito Livio cittadino scopre che hanno votato al posto suo. Queste elezioni sono secondo noi le più inquinate degli ultimi 20 anni”.

Napoli- “Segnaliamo – denuncia il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli con la Lista Napoli Riformista che hanno istituito un osservatorio sul voto pulito e libero a Napoli e provincia – un ennesimo caso gravissimo avvenuto stamane durante le operazioni di voto. Il Sig. M.C. si è recato stamattina al seggio della scuola Tito Livio di Napoli per esprimere le proprie preferenze e ha scoperto che qualcuno aveva già votato al posto suo. L’ episodio è stato immediatamente segnalato e denunciato alle autorità competenti per capire subito se si tratta di un caso isolato o di un sistema di consenso illegale a favore di qualche candidato o lista”. “Dopo i pacchi regalo , i biglietti del calcio Napoli, i 50 euro a voto, le schede doppie consegnate ai votanti – conclude Borrelli – adesso scopriamo anche i cittadini che hanno già votato pur non essendosi recati al seggio. Chiediamo che la Magistratura compia tutti gli atti necessari a verificare i livelli di inquinamento di questo voto amministrativo che ha raggiunto secondo noi livelli mai visti negli ultimi 20 anni. Stiamo assistendo ad un mercato delle vacche non alla libera espressione del voto con spese di milioni di euro per accaparrarsi il consenso. Non crediamo che tutto ciò che è successo sia solo frutto di strane coincidenze”. (Comunicato da Italia Notizie)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”