Fontegreca(Ce)- Martedì 14 giugno, alle ore 11.00 presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Caserta si terrà la conferenza stampa di presentazione del calendario degli eventi che si svolgeranno presso la Cipresseta di Fontegreca dal 18 giugno al 25 settembre 2011. Partecipano Vito Amendolara, Assessore all’Agricoltura della Regione Campania, Tommaso De Simone, Presidente Camera di Commercio di Caserta, Giuseppe Falco Presidente del Parco del Matese, Fabrizio Pepe, Presidente della Comunità Montana del Matese, Antonio Montoro, Sindaco di Fontegreca. Alla manifestazione interverranno i direttori artistici delle compagnie e delle associazioni che attraverso i loro spettacoli animeranno l’ incantevole scenario naturale della Cipresseta, un bosco unico anche per il suo patrimonio genetico, che è tale da granire la tolleranza del Cipresso di Fontegreca ad una delle più gravi calamità che colpiscono questa essenza, ovvero il Cancro del Cipresso. Saranno, inoltre, presenti esponenti delle associazioni ambientaliste casertane, del CAI e del CFS, che attraverso le loro attività sul territorio contribuiscono al mantenimento ed al riconoscimento dell’ elevato valore naturalistico e ambientale delle foreste del casertane e del territorio del Matese in particolare. Prenderanno parte alla conferenza anche i dirigenti scolastici di alcuni Istituti di terra di lavoro che da anni condividono con il Settore Foreste di Caserta l’ attenzione alle tematiche ambientali, alla tutela e alla valorizzazione del territorio ed i cui studenti saranno presenti in Cipresseta come partecipanti di un’ estemporanea di disegno e pittura nel mese di settembre 2011. Gli eventi presentati rappresenteranno un volano di sviluppo del territorio del Matese, di cui la Cipresseta di Fontegreca costituisce sicuramente una perla di indiscusso fascino e straordinario valore naturalistico. Infatti l’ auspicio e l’ impegno dell’ Assessore Amendolara, che ha incisivamente promosso questo rilancio delle foreste regionali campane in una prospettiva non più esclusivamente naturalistica e paesaggistica, ma anche e soprattutto di valorizzazione economica e turistica, è proiettato verso un marcato incremento della fruizione delle foreste da parte di turisti e scolaresche, coniugata alla riscoperta dei prodotti tipici del territorio, delle tradizioni enogastronomiche locali, delle produzioni artigianali di pregio, delle tradizioni storiche e culturali e dei siti archeologici, museali ed artistici circostanti. (Comunicato da Agnese Rinaldi)

Depliant fronte Fonte Prog 20110420[1]

Depliant retro Fonte Prog 20110427

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”