CASERTA – La Segreteria della Cisas di Caserta è intervenuta, con una propria nota, sulla manovra finanziaria del Governo, evidenziando i futuri tagli, che colpiranno maggiormente lavoratori e pensionati: “Il Decreto Governativo, come al solito, colpisce solo i dipendenti pubblici, i lavoratori dipendenti ed i pensionati, quest’ultimi da sempre in attesa di un aumento, visto che anche le pensioni più pesanti per una maggiore contribuzione, in pochi anni si sono svalutate del tutto. Altro che rivalutazione lorda Istat. I privilegi, specie quelli delle varie caste, restano. Basta vedere quelli dei Parlamentari e delle loro pensioni. Un dipendente pubblico, con oltre 40 anni di contribuzione reale da Ente importante e con servizio militare espletato, percepisce una pensione pari alla terza parte di quella di un Parlamentare qualsiasi, senza alcuna responsabilità e molto spesso anche assenteista, con qualche anno di attività. Senza parlare di tanti altri privilegi, che il decreto governativo non ha toccato. Dobbiamo augurarci di un intervento da parte del Presidente Napolitano e di quei Parlamentari più seri, più scrupolosi e più onesti, anche perché la popolazione italiana è stanca di essere presa in giro e lo sta dimostrando”. (CS. Di Nunzio De Pinto)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”