Il terreno é stato indicato da un pentito

Casal di Principe(Ce)- Una discarica di rifiuti di natura imprecisata – che sarebbero stati seppelliti dal clan dei Casalesi sono uno strato di alcuni metri di materiale di risulta – e’ stato scoperto dalla polizia in una vasta area di campagna a ridosso della circumvallazione di Casal di Principe, roccaforte della cosca, a quanto sembra su indicazione di uno dei pentiti del clan. Nel film ”Gomorra”, tratto dall’omonimo libro di Roberto Saviano, alcune delle scene di maggior impatto recitate da Toni Servillo sono proprio dedicate ai traffici della camorra per nascondere sottoterra ingenti quantitativi di rifiuti tossici. (ANSA).

Articolo 2 corelato:

I Casalesi non si fermano davanti a nulla, neppure alle terre ecclesiastiche. Una discarica abusiva con rifiuti tossici, è stata infatti scoperta e sequestrata dalla polizia di Caserta su terreni di proprietà della Curia di Aversa a Casal di Principe, nel cuore del territorio controllato dal clan camorristico più potente. Nel terreno, di circa 8mila metri quadrati, nel corso degli anni Novanta sarebbero stati sversati ingenti quantitativi di rifiuti tossici e speciali. Negli anni Ottanta il lotto era stato affittato al padre di un noto esponente dei Casalesi, attualmente detenuto, genero di Carmine Schiavone e cugino di Francesco “Sandokan”, nonché storico collaboratore di giustizia. A seguito dei primi scavi e delle verifiche preliminari, sotto uno strato di terriccio e pietrisco dello spessore di circa un metro, è stato rinvenuto del materiale sabbioso maleodorante sulla cui natura saranno effettuate analisi da parte dell’Agenzia regionale di Protezione ambientale di Caserta.

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”