Cosa è successo alla democrazia in Italia?

Alife(Ce)- (di Raffaele De Sisto) La democrazia richiede almeno tre parti, le decisioni importanti vengono prese a cielo aperto. L’opinione pubblica e i suoi rappresentanti hanno l’opportunità del dibattito e di influenzarli. E quelli che prendono le decisioni importanti sono responsabili nei confronti degli elettori. Questi principi in Italia in questi giorni sono andati in ritirata! La domanda che mi pongo, alla luce di quello che é successo in queste ultime settimane in Italia é questa: qual è il destino della democrazia in Italia e soprattutto per noi? Perchè faccio questa domanda? Perchè non sono più i popoli sovrani a scegliere i loro governi e governanti, ma Parigi e Berlino! Perchè il governo Mario Monti sarebbe stato imposto proprio dalla cancelliera Angela Merkel, forte anche dell’ appoggio di Nicolas Sarkozy. Questo é il gioco delle tre carte che si sta facendo dalle parti di Parigi e Berlino. Non vorrei che la speculazione sui titoli di stato italiani fosse stata solo una loro idea per annullare la democrazia in Italia ed imporre un esecutivo scelto da lor signori di Parigi e Berlino e non da noi invece che siamo il popolo sovrano ITALIANO! Loro vogliono un governo che porti a compimento il pareggio di bilancio a tutti i costi nel 2013, fregandosi della gente comune come noi che non riusciamo ad arrivare a fine mese con lo stipendio! Bruxelles chiede e l’Italia obbedisce! Una nuova manovra economica é in atto! Per noi “ITALIANI” vuol dire altre lacrime e sangue! La Commissione europea,  invia i suoi emissari in Italia (come se noi fossimo degli incapaci) a controllare e a dare una valutazione dettagliata delle misure e monitorarne così l’attuazione. E le autorità italiane dovranno fornire tempestivamente tutte le informazioni necessarie per tale valutazione! E questo sarebbe ancora uno stato sovrano? E se invece i ruoli fossero stati invertiti, pensate che loro(Parigi e Berlino) ci avrebbero permesso di entrare e di comandare a casa loro? Riflettiamo! Personalmente non ho nulla contro Mario Monti, anzi lo stimo moltissimo, ma questa decisione della nomina di un governo, sarebbe dovuta  essere una nostra scelta, libera, senza alcuna imposizione dall’alto. Se gli altri iniziano a scegliere anche i governi e governanti per noi, dove sta la sovranità popolare nazionale? E dove sta più  l’orgoglio di sentirsi ITALIANI liberi di fare le proprie scelte? Un’ ultima analisi: la nostra Italia con queste scelte imposte dall’alto, non godrà più della stessa democrazia, e degli stessi valori democratici, che a causa di queste scelte imposte, verranno a mancare! Distinti saluti”. “RAFFAELE DE SISTO”.

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”