Capua(Ce)- Mille e cinquecento studenti della Facoltà di Economia di Capua scrivono al Sindaco di Capua dott. Carmine Antropoli ed al Presidente della Provincia di Caserta dott. Domenico Zinzi per chiedere la riduzione dei costi del parcheggio Multipark e denunciano l’inadeguatezza del trasporto pubblico casertano. Raccolte oltre 1.500 firme in meno di tre giorni, dagli studenti della Facoltà di Economia della Università di Caserta. Nella petizione, che verrà consegnata al Sindaco della città di Capua dott. Carmine Antropoli ed inviata per conoscenza al Presidente della Provincia di Caserta dott. Domenico Zinzi, all’ADISU della SUN, al Prefetto della Provincia di Caserta dott. Ezio Monaco ed alla Preside della Facoltà di Economia Prof.ssa Clelia Mazzoni, vengono chieste migliori condizioni economiche per l’utilizzo dell’area pubblica destinata a parcheggio, attualmente in gestione della società cooperativa a responsabilità limitata MULTIPARK CAPUA. L’iniziativa promossa dalle studentesse Nunzia Perrotta, Clementina Raucci e dagli studenti Domenico Buoninconti, Luigi Ciardulli, Gianluca Di Monaco, Alessio Manzo, Andrea Masiello e Rosario Lebbioli, ha avuto l’adesione anche dei Rappresentanti degli studenti in Consiglio di facoltà Andrea Nicola Ciardulli, Mimmo Costanzo e la collaborazione di tanti altri studenti.
Tale azione sociale è motivata dalla conclamata inadeguatezza ed inefficienza del trasporto pubblico casertano e l’assenza di opportuni collegamenti tra la stazione ferroviaria e la sede della Facoltà di Economia, per questo motivo la petizione è indirizzata anche al Presidente della Provincia di Caserta dott. Domenico Zinzi, e dal fatto che la maggior parte degli studenti della Facoltà di Economia della SUN sono fuori sede e raggiungono la sede universitaria quotidianamente utilizzando mezzi propri. Inoltre, gli studenti denunciano la quasi totale assenza di posti auto gratuiti nei pressi della Facoltà di Economia della SUN e nella restante parte del centro storico; che la MULTIPARK CAPUA prevede di aumentare la corrente tariffa da € 2,00 a € 2,50, e che la tariffa pagata attualemnte dagli studenti di Capua è la più alta degli altri parcheggi siti nei pressi delle Facoltà della Provincia di Caserta. Ad esempio gli studenti della Facoltà di Ingegneria di Aversa (CE) pagano al momento € 1,50 e precedentemente pagavano € 1,00 al giorno. Considerano tale costo giornaliero si aggiunge a quelli già alti del ristoro e del carburante, oltre a quelli già elevati per l’acquisto dei libri e per il pagamento delle tasse universitarie e che, di fatto, tali spese incidono sulle famiglie degli studenti; famiglie già in forte ristrettezze economiche a causa della sfavorevole congiuntura dell’economia del Paese ed all’angoscioso periodo storico. Gli studenti consapevoli di essere una ricchezza sia in termini sociali che economici per la città di Capua e non solo, si rifiutano di essere visti come un affare e/o business aziendale da spingere verso i massimi utili e pertanto chiedono alle Istituzioni preposte di promuovere, favorire e tutelare con ogni mezzo il diritto allo studio di tutti gli studenti della Provincia di Caserta, intervenendo anche su tale problematica.

Capua, 15 novembre 2011
Clementina Raucci

(Comunicato da Unart Group)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”