ISERNIA E VENAFRO: PREVENZIONE INTENSIFICATA SUL TERRITORIO IN
CONCOMITANZA DELLE FESTIVITA’ NATALIZIE. DUE PERSONE ARRESTATE E QUATTRO DENUNCIATE NELL’ARCO DI 24 ORE

Attenta ed intensificata l’azione dell’Arma in provincia nell’avvicinarsi delle festività di fine anno per sorvegliare le infiltrazioni malavitose e prevenirne in chiave di sicurezza preventiva gli effetti dannosi alla collettività.
In questo contesto gli uomini dell’Arma hanno tratto in arresto nelle ultime ore due persone e denunciate alla competente Autorità Giudiziaria altre quattro.
Si tratta, di una donna 39enne residente nel capoluogo Pentro, tratta in arresto dagli uomini del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale poiché destinataria di un provvedimento di esecuzione di pena definitiva di dieci mesi per vari reati pregressi contro il patrimonio. I militari hanno trasferito la donna presso la Casa Circondariale femminile di Chieti per l’espiazione della pena. Presso il reclusorio di via Ponte S.Leonardo di Isernia i militari di una Stazione dipendente della Compagnia di Venafro hanno associato un 47enne artigiano di un centro del medio Volturno anch’egli tratto in arresto per l’esecuzione di una pena definitiva di 13 mesi per reati pregressi contro il patrimonio.
A Venafro gli uomini della locale Stazione hanno bloccato l’azione criminosa di quattro persone della provincia di Napoli, fermati mentre avevano poco prima “cannibalizzato” varie parti di un autorimorchio parcheggiato su di un’area di sosta dinanzi uno stabilimento industriale di quel centro. I militari che hanno recuperato la refurtiva del valore complessivo di oltre 2500 euro, hanno confezionato ed inoltrato all’A.G. di Isernia segnalando i quattro napoletani in stato di libertà per il reato di ricettazione. (Comunicato da Comando operativo Carabinieri Isernia)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”