Con questo messaggio  ricevuto a 360°, nel quale vengono ricordate le persone scomparse della comunità alifano- matesino - provinciale & d con il compianto sindaco di Alife “Fernando Iannelli” e tanti altri… ci associamo e auguriamo a tutti voi un “Buon 2012 di serenità e di fiducia” per l’anno che verrà…. Che la forza del cambiamento sia con  tutti voi! (da redaz.)

Segue messaggio augurale:

Preghiera di Pace per l’anno 2012: “Costernati per quello che sta accadendo nella nostra comunità locale e provinciale per poi allargare lo sguardo ed estenderlo a tutto il mondo… Ci uniamo e ci stringiamo al dolore di tutte quelle persone che in questo momento piangono e Continua a leggere sono in un momento di prova, dovuto alla scomparsa improvvisa dei loro – nostri cari. Ricordiamo: ” Sisto Rao“, “Angelo Ciaramella(ing.)“, “Severino Di Caprio“, “Tonino Fiorillo ” , “Antonietta Fortuna (ins.)”, “Bernardino Capriata“(prof.) “Enza Giardullo” di Alife (quest’ ultima originaria di S.Angelo d’Alife), la giovane di Ruviano ricordata da “Angela Maffeo” all’incontro presso la “Casa delle Donne” e tanti altri che in quest’ ultima settimana come negli ultimi mesi ci hanno lasciato prematuramente. Ricordiamo il carabiniere di Castelcampagnano che preso da un forte momento di sconforto si é tolto la vita.. Ricordiamo ancora il compianto sindaco “Fernando Iannelli” di Alife, che nel breve tempo del suo mandato amministrativo tanto fece per sollevare le sorti della sua amata città. Ricordiamo ancora l’ex sindaco “Franco Montone” di Castello del Matese, anche lui scomparso prematuramente negli ultimi mesi, il giornalista casertano “Mimmo Mingione“. Siamo vicini e seguiamo con apprensione l’ evolversi dei fatti di quei giovani che, come “Pietro Moscato” di Castel Volturno, il giovane “Roberto Straccia” di Pescara, “Maurizio Cerbino” di Cosenza e tutti gli altri che fanno parte della stessa lista, sono misteriosamente scomparsi e ad oggi purtroppo non si sa ancora nulla di loro. Siamo vicini a chi ha trascorso queste festività natalizie da solo, e trascorrerà la notte di Capodanno senza più la compagnia dei loro cari. Siamo vicini a chi ha il cuore a pezzi, perchè colpito dalla crisi non riece a trovare uno sbocco, una via d’uscita per recuperare la “speranza” di andare avanti. Siamo vicini ai disabili, al nostro caro giovane  “Davide Iannelli” di Alife, perché nell’ anno nascente si possano  risolvere finalmente tutti i suoi annosi problemi e la famiglia possa ricevere quel contributo economico necessario per poter realizzare l’ascensore per Davide. Facciamo quindi appello al buon cuore di quella parte di persone ed istituzioni che conservano ancora sensibilità ed altruismo verso il prossimo disagiato. Siamo vicini alla toccante storia di “Roberto Di Iorio” di Caiazzo , anche per lui speriamo ci possa essere maggiore attenzione e compassione per il suo handicap da parte della comunità caiatina e istituzionale.  Siamo vicini a tutti i bambini e giovani rimasti orfani, ricordiamo tra questi con tanto affetto e commozione la piccola “Simona Sasso” di Alife, che rimasta sola senza genitori ora vive con i nonni a S. Angelo d’Alife. Siamo vicini ai malati, al vescovo emerito di Caserta mons. “Raffaele Nogaro“, ai bambini colpiti da malattie, come la piccola “Ingrid Sasso ” di  Alife , alla famiglia di “Mafalda Miselli” di Piedimonte Matese in apprensione per la malattia della madre, alla famiglia “Contenti” sempre di Piedimonte M. per la recente scomparsa della giovane mamma ” Anna Maria” , a coloro che vivono condizioni di estremo disagio, povertà ed emarginazione. Siamo vicini ai familiari di tutte le vittime delle mafie, delle ingiustizie e delle morti sul lavoro. Per loro e per tutti i bisogni di ciascuno accenderemo la notte di Capodanno un “Cero bianco della Pace” perché questa preghiera possa essere accolta in Cielo e benedetta.  Cosa augurare per il 2012? Tanta vicinanza e  solidarietà, in particolare una solidarietà che si traduca in azioni concrete, perché non basta solo parlare, ma bisogna necessariamente agire per cambiare e migliorre le condizioni della nostra umanità, partendo da chi ci é accanto. Personalmente, credo che in momento di crisi come questo, l’unico sbocco e l’unica via di uscita che potrà salvarci dall’affondo di questo tempo, é quello di far rinascere e far prevalere nei nostri stili di vita la cultura dei valori fondanti, ovvero la cultura della solidarietà attiva che comporta l’atteggiamento della condivisione, del portare l’uno il peso dell’ altro. Solo nei momenti di bisogno che ci si rende conto di cosa vale veramente nella vita e quindi si ritorna a fare un cambio di rotta, a rivedere le proprie azioni e si ritorna quindi ad apprezzare le gioie semplici ed il profondo valore degli affetti oggi sostituiti invece dall’ apparire, dalla carriera, dai futili idoli di passaggio, dal successo sfrenato, dall’ arroganza dei comportamenti, dagli abusi di potere, dagli scandali e dai vizi più degradanti che in particolare si diffondono e colpiscono come una terribile epidemia le giovani generazioni, che sono ancora tanto fragili e in fase di ricerca.. Tutto ciò, condanna l’uomo che segue queste dottrine perverse, alla disperazione e all’ infelicità totale. Il 2012, un anno decisivo per l’umanità,  sia l’anno della rinascita, la rinascita che deve partire da ciascuno di noi. Siamo nulla, siamo di passaggio su questa terra.. L’unica cosa che conta é quella di avere bene operato e di avere bene seminato, tutto il resto, i regni che abbiamo innalzato, gli interessi personali che abbiamo egoisticamente pensato a difendere a scapito del prossimo, sono solo fumo e come tale svanirà nel vuoto portato via dalla prima corrente del vento. Il vento che soffia, il vento che spazza via le impurità, il vento che cambia le stagioni, il vento che spira sulle nostre vite, il vento rigenerante dello spirito che verrà e rinnoverà la faccia della Terra. Ecco, siamo alle porte di una nuova “Era” di Pace…”Dopo la tempesta sorgerà l’ Arcobaleno..”.Buon anno di rinascita, di impegno, di mobilitazione e di rigenerazione. Buon anno di liberazione, di cambiamento, di Giustizia e Pace senza confini e senza barriere… Che la forza del cambiamento sia con i senza forza, e la speranza di rinascita con i senza speranza. Che la forza inoltre continui a sostenere gli attivisti e gli operatori di Pace e di Nonviolenza e tutti i volontari sparsi nel mondo. In questo momento il ricordo va all’ attivista per i diritti umani dell ISM “Vittorio Arrigoni“, ucciso a Gaza in Palestina lo scorso aprile.  Che la forza continui ancora a sostenere quanti volontari operano nei nostri territori, impegnati a seminare ogni giorno una cultura di solidarietà,  di giustizia e di Pace, nonostante i muri, i pregiudizi, le resistenze e le difficoltà nel sentirsi soli in mezzo ad un mare di indifferenza e di cinismo. Sappiamo bene che non é affatto un compito facile lottare contro un sistema perverso! Costoro, sono “Fari” di Speranza e figli della Luce, che illuminano il mondo e continuano a sostenerlo e a preservarlo dalle tenebre di morte. Che la Forza del cambiamento dunque sia con loro! E’ l’ unione che fa la forza. Insieme ce la faremo a uscire da questo baratro senza vita, con la forza della Verità sulla quale si fonda la Pace. La Pace che verrà e che salverà l’Umanità dall’affondo. La Pace é giovane! Chi seglie la strada della Pace ha afferrato la parte migliore! Il Dio della Pace salvi il mondo…e che la forza del cambiamento e della rinascita  sia con tutti voi! Auguri! Shalom, Pace, Peace, Amani, Pax, Shanti, Salaam..”.(Agnese Ginocchio- Movimento per la Pace. 30 Dicembre 2011 A.M.)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

About these ads