Caserta- Gemellaggio tra Ucsi (Unione cattolica stampa italiana) e Festival della vita. Questo è stato stabilito, domenica mattina, presso la cappella del Grand Hotel Vanvitelli, sede dei lavori del XVIII Congresso dell’Ucsi, al termine della messa celebrata dal vescovo di Caserta monsignor Pietro Farina, alla presenza di don Ampelio Crema, presidente nazionale del Centro Culturale San Paolo onlus e don Antonio Sciortino, direttore di Famiglia Cristiana, insieme con il consulente ecclesiastico dell’ Ucsi padre Francesco Occhetta, giornalista e scrittore de “La Civiltà Cattolica”. La cerimonia ha avuto luogo alla presenza dei 120 giornalisti chiamati a partecipare al congresso, per la prima volta organizzato a sud di Roma, e dei direttori delle principali testate nazionali, nonché del presidente della Provincia di Caserta onorevole Zinzi e del presidente di Assostampa Caserta, Michele De Simone. “Il giornalista dell’Ucsi – ha affermato nell’occasione il vescovo Farina – non è un semplice giornalista, un cronista che si limita a raccontare quello che gli viene detto, ma è anche un operatore al servizio della comunità. Il suo compito è anzi quello di creare comunità. E’ questa la sola strada per divenire giornalisti credibili e operatori credibili nei confronti della comunità stessa”. L’importanza del gemellaggio tra delegati Ucsi e Festival della vita è stata poi sottolineata anche da don Ampelio Crema, il quale ha dichiarato come l’unico modo per declinare Caserta patria della gioventù italiana, sia descriverne la vita in tutte le sue sfaccettature e nei suoi aspetti più gioiosi. Al termine della cerimonia, il presidente dell’Ucsi Andrea Melodia ha provveduto alla consegna, nella sala assembleare del congresso, di una targa di gemellaggio al vescovo monsignor Farina, auspicando che, in un futuro non lontano, il Festival della vita possa diventare un appuntamento non solo di risonanza nazionale, ma addirittura mondiale, ringraziando poi Luigi Ferraiuolo, giornalista e consigliere nazionale dell’Ucsi, per l’abile attività di “trait-d’union” svolta tra le due parti. L’incontro si è concluso con l’impegno, da parte dei delegati nazionali dell’Ucsi, di offrire ai colleghi casertani la massima collaborazione nella pubblicizzazione del festival, che sabato scorso, presso l’Auditorium provinciale di Via Ceccano, ha aperto ufficialmente i battenti, per chiuderli domenica prossima al termine di un ricchissimo cartellone di eventi.

Per info: Luca Fasano (3397201813) o Angelo Golino (3396124128)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”