Piedimonte Matese(Ce)- Organizzata in modo perfetto da Associazione Turistica Territoriale e Sci Club Fondo Matese, la manifestazione ha avuto l’ adesione di circa 90 appassionati della neve che si sono radunati a Monte Orso, sulle montagne del Massiccio del Matese. Il numeroso gruppo, ciaspole al piede, si è incamminato lungo il tracciato della pista di sci di fondo, inesorabilmente dimenticata dall’ Amministrazione Comunale di Castello del Matese, per attraversare la bianca distesa del Pianellone, un pianoro carsico di una suggestiva bellezza, e giungere al Belvedere sul Lago Matese. Emozionante l’ incontro con un branco di cinghiali che improvvisamente ha incrociato il percorso degli escursionisti. Soddisfazione generale anche per l’ accoglienza dello staff della Locanda del Nero presso l’ Hotel Miralago, dove i partecipanti hanno avuto l’ opportunità di gustare prodotti tipici del Matese, in particolare dell’ azienda agricola Quercete di S.Potito Sannitico. Unico rammarico da parte di tutti, i due rifugi di Monte Orso, “riqualificati” con finanziamenti pubblici per circa 500.000 euro, più volte pomposamente inaugurati, chiusi, accoglienza zero. Gli organizzatori danno appuntamento al 12 febbraio pv per una nuova ciaspolata su un percorso diverso. Il reportage fotografico il video con le testimonianze dei partecipanti su: www.sciclubfondomatese.it  e sulle pagine di Facebook.(Comunicato da Sci Fondo Matese)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”