S. Angelo d’Alife(Ce)- Un intero paese in ginocchio. Dagli anni ’50 a Sant’Angelo d’Alife non nevicava in maniera così fitta. E le conseguenze sono state drammatiche. Dalle prime ore della mattinata, un black-out ha acuito i disagi per la popolazione. La cabina Enel in via Rua ha subito un guasto. Alcuni pali dell’Enel, poi, sono caduti al suolo. I cavi si sono spezzati in due. I tecnici dell’ Enel sono subito intervenuti e dopo qualche ora di lavoro hanno risolto la problematica. Ad ogni modo, fino alle ore 13,00, la cittadina è rimasta senza corrente. Il maltempo ha causato anche altri disagi. Qualche albero secolare non ha retto il peso della neve e, cadendo, ha impattato contro automobili e abitazioni. Tra le autovetture danneggiate, quella del consigliere comunale Rudy Vecchio. Fortunatamente, nessuno è rimasto ferito. La viabilità, intanto, continua ad essere precaria. Il pericolo, ora, è il gelo. Se le temperature dovessero scendere ancora nelle prossime ore, le strade diventerebbero una lastra di ghiaccio. Il rischio è quello della paralisi dei trasporti. L’amministrazione comunale, per questo motivo e, soprattutto, per tutelare l’incolumità delle persone, sta provvedendo a far spargere sale lungo le arterie viarie santangiolesi. In ultimo, il settore primario – motore trainante dell’economia locale – ha subito danni irreparabili. Tante colture sono andate completamente distrutte. In barba alla crisi finanziaria e a tutti i risvolti ad essa connessi. (Art. di Francesco Mantovani )

Pubbliato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”