Alife(Ce)- Un commerciante di Alife – Salvatore Pece (nella foto) di 34 anni – titolare di 2 pescherie, una sita appunto in Alife e  un’ altra a Venafro, risulta introvabile da ieri mattina. Avrebbe annunciato un gesto estremo attraverso un bigliettino ritrovato all’ interno della sua attività commerciale sita a Venafro. Il bigliettino scritto dal giovane commerciante é stato ritrivato accanto al registratore di cassa, nel quale, stando alle indiscerzioni, comunicava la propria stanchezza per la solita routine. Si sarebbe allontanato a bordo del proprio furgone facendo perdere ogni traccia di sé. In data odierna il suo furgone sarebbe stato trovato nei pressi della stazione di Vairano: tutto lascerebbe immaginare, quindi, che possa trattarsi solo di una fuga temporanea. Intanto i carabinieri del Molise  lo stanno cercando. Sono scoppiati momenti di paura e di panico in via Giotto di Bondone nei pressi della chiesa dei santi Martino e Nicola nel pomeriggio di giovedi 16 Febbraio, quando davanti alla vetrina della pescheria di Venafro sono giunte, scortando un automezzo dei vigili del fuoco e un’ ambulanza, due macchine dei militari della Compagnia di Venafro. Dal pomeriggio di ieri e nella prima parte della giornata odierna si sono visti e sentiti gli elicotteri delle Forze dell’Ordine sorvolare sulla pianura alifana, per un minuziono servizio di perlustrazione del territorio. Secondo alcune voci di corridoio la scomparsa del commerciante  potrebbe risalire anche ad un fatto di racket, visto che a Venafro la mano della camorra é molto forte. Da quando il Pece avrebbe avviato la sua seconda  attività commerciale  nella cittadina venafrana, lo si avrebbe visto molto taciturno e pensieroso.  Ovviamente, questa é una semplice ipotesi, che, come in tutti i casi del genere,  potrebbe essere priva di ogni fondamento.  Salvatore Pece era un giovane tranquillo e sempre cordiale con tutti.  Niente avrebbe fatto pensare o presagire ad un gesto del genere, probabilmente il giovane commerciante aveva celato dentro un “segreto”.  La scomparsa  misteriosa del commerciante alifano potrebbe derivare anche dall’ accumulo di stanchezza, visto che l’attività da egli esercitata, specie quella presso la sede commerciale sita in Alife, procedeva a gonfie vele. La comunità alifana si augura che sia solo un momento di smarrimento e che il Pece dopo una riflessione o pausa personale possa ritornare  felicemente dai sui cari che in apprensione lo aspettano con ansia. (da redaz. cronac  Alife)

-Leggi articolo aggiornato: Alife(Ce)- SOS persona SCOMPARSA. Scomparso commerciante “SALVATORE PECE”. CHI SA QUALCOSA PARLI!

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”