Piedimonte Matese(Ce)– La grafica tridimensionale un nuovo strumento per la valorizzazione e la promozione dell’offerta turistica . In occasione della Borsa Mediterranea del Turismo in programma dal 30 marzo al 1 aprile 2012, si parlerà anche di valorizzazione delle strutture turistiche e dei comprensori attraverso o strumento della grafica tridimensionale. Il laboratorio di grafica tridimensionale (labGraf3d) di Piedimonte Matese proporrà ai principali espositori della BTM il progetto di realizzare tour virtuali delle strutture turistiche. Con lo sviluppo della tecnologia tridimensionale applicata alla fotografia è possibile realizzare tour tridimensionali a 360° attraverso i quali il turista può visitare i comprensori turistici, o le singole strutture ricettive, navigando da una località all’altra o da una struttura all’altra, osservare l’ambiente nei più piccoli dettagli, accompagnato da una guida virtuale che lo assiste nel tour. Il tour 3D è una visita interattiva all’interno di uno o più ambienti realizzata con tecnologie fotografiche a 360° che, offrendo una visione completa dell’ambiente, reinventa il modo di creare e guardare le immagini: proietta lo spettatore al centro della scena, consentendogli di muoversi in tutte le direzioni, ingrandire ogni dettaglio, catturare la visione dell’immagine, così come nella realtà, con la stessa qualità e fedeltà. La sensazione di vivere la foto è resa possibile in quanto nel tour tridimensionale vi è evidenziata la terza dimensione, la profondità, non percepibile nelle foto tradizionali. Con un tour 3D a 360°, si ha la libertà di visitare un luogo senza limitazioni e senza filtri interpretativi: è possibile soffermarsi il tempo che si desidera in un determinato ambiente, avvicinarsi per osservare meglio un dettaglio, approfondire un argomento richiedendo informazioni tematiche, tornare sui propri passi illimitatamente. Queste innovative caratteristiche ne fanno un efficace strumento pubblicitario capace di attrarre in maniera coinvolgente l’attenzione il turista su una specifica località o struttura turistica, potenziando l’immagine del bene/servizio rispetto alla concorrenza, consentendo di vivere un’esperienza full-immersion in grado di offrire informazioni estremamente complete e fedeli rispetto a semplici immagini e/o filmati descrittivi. Questa libertà di azione si trasforma in una maggior sensazione di realismo, coinvolgimento e “trasparenza” che permetterà ai turisti/visitatori virtuali di apprezzare l’offerta turistica con autenticità e veridicità. Il tour tridimensionale crea valore aggiunto al prodotto o al servizio offerto e alla struttura che lo propone poiché il fruitore, con la sensazione di essere presente, può anticipatamente valutare e godersi i servizi che il comprensorio o la struttura turistica offrono, creando, nel contempo, un desiderio indotto verso quanto proposto. Le foto in 3D possono essere utilizzate all’interno di una rivista, stampate in una brochure, usate come gadget, utilizzate all’interno di un sito web o di una pubblicità televisiva, impiegate nelle sale cinematografiche in occasione di proiezione di film in 3D, oppure all’aperto per promuovere le strutture in occasioni di mostre, fiere e altre manifestazioni. Il tour 3D può essere inviato via e-mail a scopi promozionali o utilizzato su CD-ROM per creare affascinanti presentazioni multimediali interattive. Gli ambienti presentati a 360° in 3D, possono essere collegati tra loro o a foto tradizionali. Può inoltre essere arricchito con colonne sonore, voci descrittive fuori campo, narrativa. Le foto 3D possono essere facilmente trasferite e gestite su tutti i supporti hardware (pc, tablet o palmari) e possono essere inviate ai clienti con posta elettronica a “costo zero” in molteplici ambienti di sviluppo (iphone, ipad, Android), semplicemente perché i virtual tours fotografici rimangono “semplici fotografie”.  (a cura di Luigi Fidanza )

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”