PRIMO COMIZIO DI PIEDIMONTE DEMOCRATICA. CAPPELLO: “RIPARTIAMO DA PIAZZA S. SEBASTIANO PER CONTINUARE I NOSTRI PROGETTI”.

E’ stata la piazzetta di San Sebastiano il palcoscenico del primo comizio della lista Piedimonte Democratica, per l’occasione gremita di cittadini. Un’accoglienza viva e calorosa per il candidato sindaco Vincenzo Cappello e per i sedici componenti della compagine in corsa per il governo della città, manifestata in primo luogo dagli stessi residenti del quartiere, riconosciuto di “particolare pregio” dall’Ente regionale come ha ricordato lo stesso Cappello, i quali già nel 2009 donarono al primo cittadino una targa di ringraziamento per l’attenzione dimostrata alla Piazza e ieri hanno di propria iniziativa invitato una banda musicale e predisposto un buffet.
Il dialogo con il folto pubblico è stato aperto dall’intervento della candidata Danila Perri, che ricordando il rilancio di Piedimonte Matese ad opera dell’amministrazione Cappello ha indicato nel “legame con il  territorio” il principio ispiratore dell’attività politica. Di impegno nel sociale e dell’importanza di rispondere alle esigenze quotidiane della città ha parlato invece il candidato Giuseppe Simonetti, precedendo il saluto di Vincenzo Cappello.


Siamo qui stasera per rinnovare il consenso che abbiamo ricevuto cinque anni fa, quando siamo partiti proprio da questa piazza”. Ha esordito con queste parole il candidato sindaco, illustrando orgogliosamente alcuni dei principali traguardi raggiunti dall’amministrazione uscente negli anni di mandato elettorale, a cominciare dall’introduzione della raccolta differenziata. “Piedimonte era invasa dai rifiuti, dovette intervenire l’Esercito per sgombrarli. Oggi non è più così. La città è tra le più pulite della nostra provincia. Siamo intervenuti sulla viabilità con una programmazione di interventi per la sistemazione di gran parte delle strade, con la realizzazione di rotatorie e riorganizzazione dei posteggi. La settimana prossima cominceranno anche i lavori per concludere il progetto del parcheggio interrato e ciò consentirà di restituire ai ragazzi l’oratorio parrocchiale e di recuperare la piazza per tutti i cittadini. Abbiamo acquistato il complesso ex salesiano con l’obiettivo di realizzare al suo interno una cittadella dei giovani, scongiurando possibili speculazioni di privati, e riqualificato il campo sportivo di Sepicciano rendendolo accessibile all’intera collettività, dopo la risoluzione del contratto con la società che lo aveva in gestione. Come amministrazione siamo riusciti a rescindere il vecchio contratto di gestione della Villa comunale e a progettarne il rilancio con un bando in scadenza il 15 maggio. La Villa rimarrà pubblica, soltanto la gestione dei servizi di ristorazione interni sarà del soggetto che investirà nel suo recupero, senza aggravi sulle casse comunali. Ci siamo impegnati inoltre per concretizzare il gemellaggio con Seligenstadt, concludendo un percorso avviato 25 anni fa”.
Cappello si è poi concentrato sui nuovi progetti di Piedimonte Democratica: “Vogliamo riconfermare il consenso già ricevuto per riuscire a concludere gli obiettivi che abbiamo per la città. Il nostro programma è semplice e diviso in zone, per ciascuna di queste sono stati individuati degli interventi. Questa piazza è uno dei luoghi più belli del centro storico, e mi impegno ad intervenire sulla viabilità e i sottoservizi, come ad esempio in via Costantini, via Petella e via Pietà. Per il centro storico abbiamo intenzione di ridurre i tributi a chi ci vive o vi si trasferisce, incluse le attività artigianali. Abbiamo già fatto molto ma con il vostro consenso potremo fare anche di più”.

Ufficio stampa
Piedimonte Democratica