Disastro ambientale sito di stoccaggio Ilside. Michele MEROLA, portavoce Comitato Rifiuti ZERO, denuncia l’ omertà che si é venuta a creare intorno al caso del rogo al sito di stoccaggio. Ricordiamo che la nube tossica trasportata dalla forza del vento ha interessato l’intera area dei comuni dell’ Agro Caleno, andandosi a spostare ancora nella zona dell’Agro Caiatino, dell’ Alto Casertano e dei comuni del Matese a confine con il Molise. Nessuno ad oggi si é fatto sentire, nessun sindaco, che abbia preso a cuore la vicenda, che di propria iniziativa si sia interessato e abbia fatto prendere cauzioni facendo analizzare l ‘aria inquinata e i prodotti agricoli sui quali si é depositata la sostanza inquinata, anche grazie alle piogge che, nei giorni in cui il rogo si consumava si sono rovesciate sul territorio.   Intanto,  i cittadini e le comunità tutte dei comuni interessati, a quest’ora avranno fatto un bel pieno di diossina,. Ancora una volta é sempre la comunità “cornuta e mazziata” a pagare le conseguenze di una politica distratta e scellerata che più che avere a cuore il benessere dei cittadini e tutelarne quindi la salute, pensa a salvaguardare i propri interessi… Nessuno dice nulla sul reale disastro accaduto, sulle emissioni inquinanti prodotte dal rogo che ha avvelenato mezza provincia…Di seguito la denuncia di Michele Merola:

Bellona(Ce)- “A 15 giorni dal disastro ambientale dell’ Ilside di Bellona ancora non sappiamo nulla sul reale disastro, sulle emissioni inquinanti e sulle diossine depositatesi sui terreni circostanti.. una coltre nube di omertà e silenzio avvolge il disastro ambientale della ILSIDE. E di mistero si tratta perchè non sappiamo realmente cosa avviene nel sito di stoccaggio, stamane per esempio un collega di lavoro il dott. F.S. mi ha riferito che passando ieri sera con un gruppo di amici dalle parti dell’ilside si avvertiva un forte odore acre e pungente e in più ha notato un focolaio di combustione in una angolo lungo una parete dei settori di stoccaggio. Oggi tornando dal lavoro sono passato vicino alla Ilside e ho potuto avvertire un cattivo odore di sostanze in deterioramento, nonchè un odore forte di prodotti incombusti… ovviamente cosa sia accaduto a noi non è dato sapere, invitiamo comunque tutti alla massima viglilanza.”.(Michele Merola, portavoce Comitato Rifiuti ZERO)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”