PIEDIMONTE MATESE(CE)- (di Pietro Rossi) Il primo maggio, Festa dei Lavoratori, la Lista “Progetto Civico per Piedimonte” capeggiata da Daniele Ferrucci, è stata l’occasione per parlare di lavoro e di programmazione comunale per i prossimi cinque anni. La conferenza stampa convocata nel Comitato Elettorale di Piazza Roma, da Daniele Ferrucci  candidato sindaco per le prossime elezioni amministrative del 6-7 maggio è stata l’occasione propizia per fare il punto della situazione a pochi giorni dal voto e per parlare di programma elettorale della Lista “Progetto Civico per Piedimonte” in caso di vittoria. Molti i punti toccati dal candidato Ferrucci tra cui il ripristino dell’iter procedurale del nuovo Piano Regolatore affidato al Prof. Gambardella, il miglioramento dei servizi offerti dal comune con il decentramento di alcuni uffici e servizi  anche nei vari rioni Vallata e Sepicciano che saranno affidati alla cura di un consigliere comunale delegato di zona. Oltre al decentramento dei servizi comunali è stato affrontato anche la problematica di un migliore utilizzo degli immobili di proprietà dell’ente tra cui la possibilità, tramite apposita convenzione, di ospitare gli Uffici dell’ASL presso lo stabile del vecchio Ospedale Civile di Via Annunziata, in parte occupato, attualmente, dal Centro Terza Età e dal Rotary Club. In una giornata dedicata alla festa dei lavoratori non poteva che essere toccato la nota dolente della crescente disoccupazione giovanile come emerge anche dalle statistiche ISTAT. A tal proposito Ferrucci ha illustrato agli organi di stampa anche l’idea progettuale di una Società Multiservizi a cui sarà demandata la gestione e la ottimizzazione dei vari servizi comunali per creare nuove opportunità di lavoro nell’indotto. Il progetto sarà curato da un City Manager che guiderà la riorganizzazione dei vari servizi amministrativi comunali e fonda sull’idea di far rientrare nell’ambito comunale tutti i servizi affidati a società  esterne come la gestione delle risorse idriche, del Palazzetto dello Sport, dei servizi Cimiteriali e altri, con l’intento di un notevole risparmio di denaro pubblico e la conseguente gestione e affidamento delle mansioni a personale comunale appositamente formato e a qualche figura professionale del territorio. Daniele Ferrucci ha ringraziato pubblicamente anche il Sen. Carlo Sarro, assente per motivi di salute,  per l’intenzione di devolvere la propria quota di circa 250.000,00 Euro, provenienti dalla “legge mancia”, per il Reparto di Nefrologia dell’Ospedale Civile  AGP di Piedimonte Matese. (Articolo a cura del giornalista Pietro Rossi Corriere Matese)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”