SAN NICOLA LA STRADA(Ce)– (Di Nunzio De Pinto) Sabato e Domenica 5-6 maggio 2012, le Branche Rover e Scolte dell’AGESCI – Zona Volturno (giovani dai 16 ai 20 anni) si sono riuniti a Piana Di Monte Verna per un’esercitazione guidata dal Nucleo Comunale di Protezione Civile di SAN Nicola La Strada coordinata da Ciro De Maio. La manifestazione ha visto impegnati circa 150 giovani dell’Agesci accampati nel campo di volo “RAINS” gentilmente concesso dall’ing. Raimondo Insero insieme agli uomini e ai mezzi della Protezione Civile. L’iniziativa rientra nel progetto 2012-2015 dell’associazione Scout locale (Zona Volturno) di promuovere l’educazione alla conoscenza, sicurezza e difesa dell’ambiente nonché la preparazione dei giovani associati alla gestione delle emergenze. La Protezione Civile, infatti, ha proposto la simulazione di un’evacuazione della popolazione di territori sottoposti a rischio di eruzione vulcanica. I giovani scout sono stati suddivisi in più squadre e hanno simulato varie attività utili all’allestimento di un’“area sicura” per accogliere la popolazione evacuata: il montaggio delle tende ministeriali PI88 in dotazione alla Protezione Civile, l’acquisizione delle tecniche di “ricerca disperso” con l’ausilio di radio e un Punto di Coordinamento Mobile, l’utilizzo di strumenti di meteorologia e l’acquisizione di nozioni di Primo Soccorso. Ogni squadra era autosufficiente per 72 ore e dotata di automezzo fuoristrada, autocarro, attrezzature da lavoro e da campo. Antonio Casale, responsabile dell’Agesci Zona Volturno, con gli incaricati Laura Di Marcello e Pasquale Amodio e Vincenzo Romano, hanno diretto il grosso contingente di giovani scout, partecipando attivamente alle attività. Gli scout, infatti, sono sempre i primi ad accorrere quando c’è bisogno di aiutare le popolazioni colpite da terremoti o altre sciagure ambientali. In queste situazioni essi si sono sempre rivelati molto utili come supporto alle istituzioni in tutti i campi, soprattutto nell’animazione e sostegno psicologico della popolazione adulta e minore. Le tecniche scout di campeggio e la vita all’aria aperta sono un’ottima palestra per essere pronti e preparati ad affiancare la protezione civile. Con l’incontro di Sabato e Domenica essi hanno inteso rinsaldare questa collaborazione e lanciare un messaggio di attenzione e tutela dell’ambiente particolarmente attuale in questo momento difficile per il nostro territorio. È quanto ha sottolineato con soddisfazione Ciro De Maio rivolgendosi ai ragazzi: “sono orgoglioso di collaborare con gli scout che ho visto all’azione in tante situazioni di emergenza. Insieme è il vostro motto e insieme potremo vincere la sfida di aiutare il prossimo in difficoltà”.
(Articolo a cura del gironalista Nunzio De Pinto)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”