15 Dipendenti dell’ex Consorzio di Bonifica della Valle Telesina non percepiscono lo stipendio da ben 11 mesi e che devono affrontare  enormi sacrifici e prestiti personali per far fronte alle spese  quotidiane.  I 15 capo-famiglia dell’ex Consorzio Bonifica della Valle Telesina  sono stati tutelati dalla Legge n°11 del 10 maggio 2012 ”Modifiche  legislative e disposizioni in materia di Consorzi di Bonifica”per il  trasferimento dei dipendenti dell’ex Consorzio al Consorzio Sannio  Alifano e della Delibera della Giunta Regionale n. 278 del  12/06/2012.
Il presidente pro-tempore del Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano  Prof.Andrea Pietro Cappella sta giocando sulla pelle di persone che  soffrono per cui ,reputavo necessario una diffusione del comunicato al  fine di sensibilizzare l’opinione pubblica, che comunque allego.  Buon lavoro e Distinti saluti.  Ciro Abitabile
Rappresentante Provinciale Uila-UIL

Di seguito il comunicato:

Comunicato stampa.
“15 famiglie attendono lo stipendio da ben 11 mesi ed il Presidente
del Sannio Alifano “nicchia”…
Richiesta di “Commissariamento” per la procedura di trasferimento dei
dipendenti dell’ex Consorzio di Bonifica della Valle Telesina al
Consorzio Sannio-Alifano.”
Al Presidente del Consiglio della Regione Campania
On.Paolo Romano
Al Presidente della Giunta della Regione Campania
On.Stefano Caldoro
Agli On.Consiglieri della Regione Campania
Agli On.Assessori della Giunta Regione Campania
Al Gabinetto dell’Ufficio di Presidenza dell’On.Stefano Caldoro Caldoro,
All’Area Generale di di Coordinamento 11-Sviluppo Attività Settore Primario
Al Commissario Liquidatore della Gestione Liquidatoria Valle Telesina
Dott.Giuseppe Catenacci
Ai membri eletti e di diritto del Consiglio dei Delegati del
Consorzio di Bonifica Sannio Alifano
Alle Organizzazioni Sindacali
Agli Organi di Stampa
Il sottoscritto Abitabile Ciro nato a Cerreto Sannita(BN) il 16
febbraio 1956 e residente in San Salvatore Telesino(BN) alla Via
S.Andrea 11,dipendente di ruolo a tempo indeterminato in servizio
presso l’ex Consorzio di Bonifica della Valle Telesina,allocato
provvisoriamente presso la Comunità Montana del Taburno di Frasso
Telesino,in attesa di essere trasferito presso il Consorzio di
Bonifica del Sannio Alifano,
premesso che:
-la Legge Regionale n. 4 del 25 febbraio 2003 “Nuove norme in materia
di Bonifica Integrale” all’art. 34 Comma 3 lettere a e b statuisce
la salvaguardia dei diritti acquisiti dal personale distaccato dai
Consorzi componenti e l’equità e lealtà nei rapporti con i Consorzi
componenti e nella erogazione dei servizi di interesse di ciascuno di
essi;
-Il Consiglio Regionale a seguito della emanata normativa Legge
Regionale n°11 del 10 Maggio 2012 e,pubblicata sul BURC del 14
maggio 2012,con la quale all’art.3 ha statuito :
Trasferimento di personale
1. Nelle more del riordino complessivo dei consorzi di bonifica
previsti dalla legge regionale 25 febbraio 2003, n. 4 (Nuove norme in
materia di bonifica integrale), il personale con rapporto di lavoro a
tempo indeterminato, in servizio presso l’ex Consorzio di Bonifica
Valle Telesina, è trasferito, a decorrere dalla data di entrata in
vigore della presente legge, presso il Consorzio di Bonifica Sannio
Alifano, già subentrato nelle funzioni del predetto consorzio, e
conserva l’inquadramento giuridico e previdenziale di provenienza.
2. Allo scopo di favorire il trasferimento del personale di cui al
comma 1, la Regione Campania corrisponde al Consorzio di Bonifica
Sannio Alifano, per l’anno 2012, un contributo di euro 800.000,00 con
l’obbligo per quest’ultimo di provvedere al pagamento degli oneri del
personale, con decorrenza 1 gennaio 2012. All’onere, derivante
dall’attuazione del presente comma, si provvede mediante utilizzo
delle risorse iscritte, in termini di competenza e cassa, nell’ambito
dell’UPB 1.73.171 (spese correnti), che sono deprogrammate per una
somma di pari importo.
3. Per gli anni dal 2013 al 2016, il contributo di cui al comma 2 è
quantificato in euro800.000,00, con vincolo di destinazione al
pagamento degli oneri del suddetto personale e si provvede con
successive leggi di bilancio.”
e all’art.4 ha statuito:
“Dichiarazione d’urgenza
1. La presente legge è dichiarata urgente ed entra in vigore il giorno
successivo alla sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della
Regione Campania.
La presente legge sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della
Regione Campania.
E’ fatto obbligo a chiunque spetti, di osservarla e di farla osservare
come legge della Regione Campania.”
– La Giunta Regionale della Campania con delibera n. 278 del
12/06/2012 avente per oggetto:
L.R. 10 Maggio 2012 N. 11 – “Modifiche legislative e disposizioni in
materia di di Consorzi di Bonifica” – Istituzione nuovo capitolo di
di spesa e variazione compensativa tra capitoli della medesima unità
previsionale di base del bilancio per l’esercizio finanziario 2012,ai
sensi dell’art.29,lettera a) e b) L.R.N.7/2002 ha assegnato un
contributo al Consorzio di Bonifica Sannio Alifano per gli oneri del
personale trasferito dall’ex-Consorzio di Bonifica Valle Telesina,
– grande è stato il senso di responsabilità e di umanità del Consiglio
Regionale della Regione Campania,della Giunta Regionale della
Campania,del Gabinetto dell’Ufficio di Presidenza
dell’On.Caldoro,dell’Area Generale di di Coordinamento 11-Sviluppo
Attività Settore Primario ,Settore 03-Interventi sul Territorio
Agricolo, Bonifiche ed Irrigazione della Regione Campania e del
Settore 4 Bilancio e Credito Agrario,del Commissario Straordinario
della Gestione Liquidatoria del soppresso Consorzio di Bonifica Valle
Telesina Dott.Giuseppe Catenacci e ai membri eletti e di diritto del
Consiglio dei Delegati del Consorzio di Bonifica Sannio Alifano che
hanno contribuito in forma diretta e/o indiretta alla realizzazione di
tale legge.
considerato che:
– numerose sono state le richieste indirizzate al legale
rappresentante pro-tempore del Consorzio di Bonifica del Sannio
Alifano Prof. Pietro Andrea
Cappella per il trasferimento e la stabilizzazione del personale
dell’ex Consorzio di Bonifica della Valle Telesina presso il Sannio
Alifano (telegramma,fax,e-mail,consegna richiesta a mano,comunicati
stampa).
visto che:
– a tutt’oggi il legale rappresentante pro-tempore del Consorzio di
Bonifica del Sannio Alifano Prof. Pietro Andrea Cappella non ha dato
nessuna risposta e né intrapreso iniziative concrete per il
trasferimento e la stabilizzazione del personale dell’ex Consorzio,ma
ha adottato o lasciato adottare solo e semplicemente atti che hanno
rallentato e/o ostacolato tale trasferimento:
a)Deliberazione Presidenziale n.15/12 del 26/04/2012 avente per
oggetto: Trasferimento del personale dell’ex Consorzio di Bonifica
della Valle Telesina al Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano
(proposta di legge regionale R.G. nn. 332 e 333)– Determinazioni- con
cui promuoveva formale opposizione alla proposta di legge regionale
R.G. nn. 332 e 333 ed agli eventuali atti conseguenti e successivi
emanati dalla Regione Campania.
b) Diffida al Presidente del Consiglio Regionale, Paolo Romano, ed al
governatore Stefano Caldoro per l’iniziativa del trasferimento in
blocco all’ente di Viale della Libertà di 16 dipendenti dl disciolto
Consorzio della Valle Telesina.
c)Comunicato Stampa del 28-04-2012 a firma di Enzo Perretta in cui si
affermava”la paura” che il Consorzio di Bonifica si ritroverebbe
costretto giuridicamente a versare da sè i salari ai 16 dipendenti,
con gravi ripercussioni sulle casse dell’Ente consortile che già oggi
non vive un momento facile a causa dei sempre maggiori tagli dei fondi
operati dalla Regione Campania. per non parlare, poi, dello squilibrio
in quanto a consistenza del personale tra i comuni dei comprensori
alifano e vairanese e quelli, appena 5 che pagano i ruoli, dell’ex
valle telesina che hanno portato in dote ben 16 dipendenti.
d)Comunicato stampa del 13.06.2012” Infine, sulla spinosa questione
del trasferimento dei 16 dipendenti dell’ex Consorzio della Valle
Telesina, Cappella ha comunicato di aver chiesto alla Regione Campania
chiarimenti sulle procedure da adottare “al fine di non incorrere in
danni erariali e di non provocare una voragine nei conti dell’Ente”.”
C H I E D E
agli On.Consiglieri della Regione Campania,agli On.Assessori della
Giunta Regionale della Campania,al Gabinetto dell’Ufficio di
Presidenza dell’On.Caldoro,all’Area Generale di di Coordinamento
11-Sviluppo Attività Settore Primario ,Settore 03-Interventi sul
Territorio Agricolo, Bonifiche ed Irrigazione della Regione Campania e
del Settore 4 Bilancio e Credito Agrario,al Commissario Straordinario
della Gestione Liquidatoria del soppresso Consorzio di Bonifica Valle
Telesina Dott.Giuseppe Catenacci e ai membri eletti e di diritto del
Consiglio dei Delegati del Consorzio di Bonifica Sannio Alifano,alle
forze sindacali che hanno appoggiato tale legge
DI SOLLECITARE
il Prof.Pietro Andrea Cappella,Presidente Pro-Tempore del Consorzio
di Bonifica del Sannio Alifano in un” clima di estrema
collaborazione,sincerità e lealtà ad adempiere a tutti gli atti
amministrativi per il trasferimento”,anche al fine di evitare per i
primi di luglio 2012 il ricorso al Difensore Civico Regione e/o la
richiesta alla Regione Campania, a mente della Legge Regionale n. 4
del 25 febbraio 2003 “Nuove norme in materia di Bonifica Integrale”
che all’art. 32 statuisce che la Giunta regionale può disporre, con
motivato provvedimento, ispezioni per accertare il regolare
funzionamento dei Consorzi di Bonifica o la nomina di un Commissario
ad acta per sanare ritardi e inadempienze non gravi nella gestione dei
Consorzi stessi e se nella gestione dei Consorzi sono riscontrate
gravi irregolarità o inadempienze, il Presidente della Giunta
regionale, previa deliberazione della Giunta
stessa, dispone lo scioglimento degli organi di amministrazione e la
nomina di un Commissario straordinario.
San Salvatore Telesino 22 giugno 2012
Distinti Saluti
Ciro Abitabile
Rappresentante Provinciale Uila-UIL

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”