Alvignano(Ce)- Il giorno 24 Giugno 2012 l’associazione ” Umanità Nuova” ha presentato, nella Chiesa di San Nicola in Alvignano, la mostra fotografica ” Percorsi di vita insieme”. Un giorno e una data difficile, considerato altri eventi che, all’ imprevisto, si sono verificati ma, nonostante tutto, è stata una bella festa! Con questa iniziativa si è voluto concludere un cammino lungo e faticoso, ma dai risultati eccellenti. La serata ha avuto inizio con la S. Messa, celebrata da don Emilio Meola e animata dal coro parrocchiale. Per la prima volta ci siamo ritrovati tutti in chiesa: famiglie, comunità parrocchiale, volontari, associazioni, professionisti che donano il loro tempo e le loro competenze e tantissimi giovani. Per noi famiglie di Umanità Nuova è stato un momento importante, significativo; volevamo sentirci amati per quello che noi siamo, con tutti i nostri limiti, umani, sociali e fisici. Abbiamo offerto al Signore il dolore che viviamo con dignità e dedizione infinita verso i nostri amati figli. Si, abbiamo voluto donare alla Chiesa tutta un esempio di cristianità evangelica praticata e testimoniata dai tanti momenti difficili vissuti giornalmente e perennemente nel corso della nostra vta.
Li abbiamo offerti come unico dono al Signore, con la semplicità d’animo dei nostri figli. Loro sono stati i principali protagonisti, i ragazzi erano emozionati, avevano preparato anche un piccolo dono da offrire al Vescovo, ricordandosi di un precedente incontro in Diocesi, mi chiedevano: < perchè non è venuto? > Certo è stato bello lo stesso, ci siamo ritrovati con tantissimi cari amici che, con la loro presenza affettuosa, ci hanno dato l’impressione per un attimo che tutto può essere più leggero, anche il dolore forte che viviamo come genitori di ragazzi disabili.
Dopo la S. Messa, si è passati ai ringraziamenti ed alle attestazioni di collaborazione e di condivisione. l’Associazione, prima di tutti gli altri, ha voluto onorare l’amore infinito di due nonni di Caiazzo, che hanno cresciuto da soli il loro nipote disabile, gravissimo fin dalla nascita. Oggi egli vive da solo, accudito dalla nonna ultraottantenne, essendo il nonno deceduto. La presidente Maria Pia Irma Ciccolini ha consegnato alla nonna un fascio di fiori ed una pergamena. Un altro riconoscimento significativo è stato rivolto all’associazione ” Volontari Giacomo Gaglione” di Piedimonte Matese. Prima di procedere alla consegna di attestati di riconoscenza alle tante associazioni alvignanesi e non solo di Alvignano, la Presidente ha voluto riconoscere all’Amministrazione Comunale l’ottima collaborazione e la sensibilità mostrata, che hanno consentito di realizzare i tanti progetti e le attività documentate nella mostra fotografica. Come sempre, il Sindaco di Alvignano, ing.re Angelo Di Costanzo era presente ed era accompagnato dalla vice-Sindaco, sig.ra Maria Del Santo.
Tantissimi i giovani presenti, non possiamo che ringraziare, erano veramente molti, nonostante la partita Italia – Spagna ed il giorno di San Giovanni. Molte anche le rappresentanze dei comuni vicini da Castel di Sasso a Caiazzo, Sant’Angelo d’Alife, Dragoni e Piedimonte Matese. Una presenza particolare e significativa è stata quella dell’ associazione “La forza de silenzio” di Casal di Principe, nostri amici che operano sui beni confiscati alla camorra, anche loro genitori di figli disabili.
A concludere ed a rallegrare la serata è stata la Fattoria Didattica ” Sul Sentiero degli asini” di Alvignano, sono stati portati anche gli asinelli che hanno fatto parte dell’ultimo progetto realizzato ” In cammino a sei zampe”.
Nel concludere queste breve riflessioni, ringraziamo tutti di vero cuore, nella speranza che la Chiesa, la Società Civile, le Istituzioni si accorgano sempre di più di noi che vogliamo esserci sempre e, rispondendo alla nota di S. Eccellenza, diciamo: si, noi siamo da tanto tempo uomini e donne inquieti.(Comunicato a cura della presidente Maria Pia Ciccolini)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”