Un anno senza stipendio ed un Presidente che non adotta una legge

Lettera inviata a:

Al Presidente della Giunta della Regione Campania On.Stefano Caldoro e p.c. Al Presidente del Consiglio della Regione Campania On.Paolo Romano, Agli On.Assessori della Giunta Regione Campania, Agli On. Consiglieri della Regione Campania

Oggetto: Nomina Commissario ad acta presso il Consorzio di Bonifica Sannio Alifano, a mente dell’art. 32 della L.R. N. 4 del 25 febbraio 2003, per

l’applicazione degli articoli 3 e 4 della Legge Regionale n°11 del 10

Maggio 2012 e della la delibera G.R. n. 278 del 12/06/2012

Il sottoscritto Abitabile Ciro nato a Cerreto Sannita(BN) il 16 febbraio 1956 e residente in San Salvatore Telesino(BN) alla Via S.Andrea 11, dipendente di ruolo a tempo indeterminato in servizio presso l’ex Consorzio di Bonifica della Valle Telesina.

Premesso che:

-Il Consiglio Regionale ed il Presidente della Giunta Regionale,al fine di sanare e regolarizzare lo status paradossale dei dipendenti dell’ex Consorzio di Bonifica della Valle Telesina che durava da un decennio,hanno approvato e promulgato la Legge Regionale n°11 del 10 Maggio 2012 ,pubblicata sul BURC del 14 maggio 2012, in cui all’art.3 si statuisce il trasferimento del personale con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, in servizio presso l’ex Consorzio di Bonifica Valle Telesina,a decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge, e precisamente 15/05/2012, presso il Consorzio di Bonifica Sannio Alifano, già subentrato nelle funzioni del predetto consorzio,con la conservazione dell ’inquadramento giuridico e previdenziale di provenienza e all’art.4 statuisce la dichiarazione d’urgenza di tale legge

( OBBLIGO ED OSSERVAZIONE DELLA LEGGE )

– La Giunta Regionale della Campania e la struttura del settore 3 dell’Area 11-Sviluppo Attività Settore Primario,con assoluta celerita’ ha adottato la delibera n. 278 del 12/06/2012 assegnando in tal modo un contributo al Consorzio di Bonifica Sannio Alifano per gli oneri del personale trasferito dall’ex-Consorzio di Bonifica Valle Telesina;

considerato che:

– Il presidente pro-tempore del Consorzio di Bonifica Sannio Alifano non ha adempiuto a tali provvedimenti,non rispettando quindi una Legge Regionale

(OMISSIONE DELL’ OBBLIGO ED OSSERVAZIONE DELLA LEGGE )

CHIEDE

alla S.V.la nomina di un Commissario ad acta,presso il Consorzio di Bonifica Sannio Alifano

a mente dell’art. 32 della L.R. N. 4 del 25 febbraio 2003,che così recita:

1. La Giunta regionale può disporre, con motivato provvedimento, ispezioni per accertare il regolare funzionamento dei Consorzi di Bonifica o la nomina di un Commissario ad acta per sanare ritardi e inadempienze non gravi nella gestione dei Consorzi stessi.

2. Se nella gestione dei Consorzi sono riscontrate gravi irregolarità o inadempienze, il Presidente della Giunta regionale, previa deliberazione della Giunta stessa, dispone lo scioglimento degli organi di amministrazione e la nomina di un Commissario straordinario.

3. Il Commissario straordinario nominato per i casi di cui al comma 2, nel termine indicato nel decreto di nomina, termine comunque non superiore a 120 giorni, convoca l’Assemblea dei consorziati per l’elezione del nuovo Consiglio dei Delegati e cura l’ordinaria amministrazione fino all’insediamento del nuovo Consiglio.

per l’applicazione degli articoli 3 e 4 della Legge Regionale n°11 del 10 Maggio 2012 e della la delibera G.R. n. 278 del 12/06/2012

San Salvatore Telesino 21 luglio 2012

Distinti Saluti

Rappresentante Sindacale Provinciale UILA-UIL
Ciro Abitabile

Recapiti telefonici:0824-948868

E-mail:ciroabitabile@gmail.com

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”