Vedi pagina FB Catena Umana Attorno Al Parlamento Italiano

DAL 29 S E T T E M B R E 2012 TUTTI A ROMA! “VOLETE LA RIVOLUZIONE?” – “SI’, LA VOGLIAMO”.

“LA VOLETE SUL SERIO?” – “CERTO, SIAMO PRONTI, QUANDO SI PARTE?”.
“PREPARATEVI NEL CORPO E NELLO SPIRITO PERCHE’ E’ GIA’ INIZIATA… E CI CONDURRA’ SIA A ROMA, A BLOCCARE IL PARLAMENTO, CHE A VICENZA, A CIRCONDARE LA BASE DELLA POLIZIA EUROPEA, IN CONTEMPORANEA.”
SARA’ LA PIU’ GRANDE MANIFESTAZIONE MAI ORGANIZZATA IN ITALIA DAI TEMPI DEL DOPOGUERRA!
Nelle prossime ore vi daremo tutte le indicazioni necessarie riguardo questo doppio evento, le modalità, l’organizzazione, la logistica e tutto il resto, ancora un pò di pazienza.
Abbiamo davanti a noi due mesi e la squadra si sta già muovendo sul territorio mediante i presidi fissi che piano piano si stanno aprendo nelle vostre città (tramite le Pagine Catena Umana), non solo per informare ma per preparare l’evento romano.
Stiamo anche traducendo questo messaggio in 16 lingue diverse dei 16 paesi della zona Euro e inviteremo anche i nostri fratelli europei all’evento unificato di Roma!
I nostri fratelli egiziani sono andati per la prima volta al voto dopo decenni di dittatura. Tutto partì da Fb e piano piano coinvolse tutti e tutto… Prima la Grecia adesso la Spagna in fermento… ora è giunto il nostro tempo! Coraggio!
Il cambiamento è possibile, prima però è fondamentale unirsi al popolo mettendo da parte tutte le divisioni e muri ideologici costruiti sapientemente in tanti anni da una classe dirigente che ancora tiene in mano i fili della politica e dell’economia. Spegnete la tv per favore, condividete i post che parleranno di questi eventi, staccatevi dal mondo del calcio che vi ossessiona e vi martella, non comprate più gratta e vinci e non giocate più al super enalotto o alle macchinette. Uscite con i vostri figli ed anziani e andate nei parchi, al fiume, nella natura! Risparmiate il più possibile, siate solidali tra di voi, stanno arrivando tempi ancora più terribili di questi che già viviamo oggi e non suicidatevi, questo mai, combattete con noi!
Ciò che ci divide ancora oggi è il motivo per il quale siamo stati svenduti ad un gruppo di banchieri senza scrupoli.
http://it.wikipedia.org/wiki/Meccanismo_Europeo_di_Stabilit%C3%A0
Ora c’è un modo solo per riprenderci la sovranità nazionale e riportare al popolo un voto libero: invadere Roma e bloccarla per giorni e giorni, rimanendo lì fino a quando non si arrendono. Vanno arrestati tutti e processati, nessuno escluso.
Guardate cosa sta per arrivare anche sul suolo italiano ed essere operativi:
(http://it.wikipedia.org/wiki/Forza_di_gendarmeria_europea)
Voi che leggete potete fare due cose: o uscire dalla “non Pagina” adesso credendo che tutto ciò sia impossibile o rimanere e darvi da fare da subito nel vostro territorio. La “Resistenza” si trasferisce da Fb e dal web alle nostre strade e piazze. Datevi da fare… finchè ce lo “concedono”, per ora, ci trovate qui. Prima di fare la vostra scelta però leggete queste righe scritte questa sera prima di questo intervento a tutti i 50 componenti che formano la squadra della Catena Umana.
Buona scelta a tutti voi. La squadra.

“Presto ci saranno novità strepitose, vi chiedo di stare uniti e se c’è qualsiasi cosa che non va, parlatene. Siamo insieme da poco tempo e la confusione di questi giorni anche nelle comunicazioni non aiuta di certo… ci sono cose che ora non posso dire ma presto capirete tutti, per questo vi chiedo un patto di lealtà e di fiducia. Siamo e saremo osservati speciali e ricordatevi tutti che i delinquenti non siamo noi, non siamo noi i terroristi ma al contrario, i delinquenti e mafiosi solo là dentro, nel Parlamento e non solo lì.
Stiamo scrivendo la storia del nostro paese, tutto questo non è un gioco, è una cosa seria: è la Rivoluzione e voi ne siete parte fondante!
Il 29 settembre UN MILIONE di persone marceranno su Roma… ce la faremo.
Però dobbiamo essere squadra sempre e chi si attarda bisognerà aspettarlo, con amore e pazienza perchè siamo fratelli e sorelle d’Italia.
Quando un popolo si muove unito assume una forza straordinaria forza che però parla di pace, forza che porta la giustizia e la chiede… e quando arriveremo da diverse direzioni a Roma assedieremo pacificamente il Parlamento ad oltranza e non solo quello.
Io mi fido di voi e di quelli che verranno e vi chiedo solo una cosa: io non mi chiamero più Luigi, perchè questo non è importante, non sono importante io, chiamatemi sempre e solo upf. Cercatevi anche voi un soprannome che vi rappresenti, così facevano nel passato.
Adesso datevi da fare sul territorio, continuate con il lavoro sulle vostre Pagine, sul territorio e con i presidi fissi sino al 29 settembre.
Se avete bisogno noi ci saremo sempre ma state attenti a cosa dite, a cosa postate, ai nemici che arriveranno e alle serpi che ci manderanno, perche fb è una trappola, da una parte vi sveglia e vi tiene informati, dall’altra vi tiene saldamente incollati davanti al vostro pc per ore e ore, dovete essere scaltri, furbi, diplomatici ma fermi e determinati. Stiamo dando fastidio a tante persone, non solo ai partiti grandi ma anche agli oppositori accaniti contro questo Governo.
Siamo senza soldi, senza appoggio dei mass media, parecchi gruppi fb grandi non ci appoggiano ma dentro ognuno di noi c’è una forza e una passione che nessuno ci potrà mai togliere, nessuno. Vedrete che anche le forze dell’ordine si uniranno a noi e non solo loro, abbiate fiducia, basta fare le cose bene.
Aspettatevi attacchi pesanti, denigratori, diffamatori, io ho l’avviso sulla testa di due Questure, Savona per le mie battaglia qui in Liguria, nel mio passato di Torino e come sapete tutti a Roma non posso mettere piede per un Decreto del vecchio Questore, sostituito dopo gli episodi del 12 aprile, così come il sindaco Alemanno in persona fece rimuovere la tenda del Ferrieri dopo quasi un anno di presidio. Hanno paura, molta paura!
Per ora mi lasciano stare, mi controllano senz’altro ma se una persona non ha nulla da nascondere vive tranquillo, io vi proteggerò per quel che posso, abbiamo anche tanti amici che “contano” e che sono dalla nostra parte, sia nello Stato che nella Chiesa, magari fuori dalla così detta “Casta” e dai poteri forti ma ci sono, anche dall’estero. Per ora sono i nostri “angeli”. Sanno che persone siamo, ci conoscono, in fondo siamo padri e madri, figli e nonni di sani principi, con famiglie alle spalle rispettate e di “robusta” costituzione e che nel passato hanno sempre lottato per la Patria, per la Democrazia e per la Libertà.
Da questa pagina è accaduto un miracolo e cioè la parola si è trasformata in azione e questa azione è svincolata da tutto ciò che richiama guerra, violenza, lotta, intesa come nel passato, e nel passato recente. Saranno isolati coloro che nutrono questi pensieri dal nostro efficiente Servizio d’Ordine, capitanato dal nostro Lino, che hanno dimostrato in occasione dell’11 luglio a Roma di essere pronti in qualsiasi momento, ricevendo il plauso persino dalla Questura di Roma, chi era presente ve lo confermerà.
Ma c’è una lotta più importante che dobbiamo fare come singoli, l’unica lotta che noi dobbiamo fare, in questo momento, è contro noi stessi, contro i nostri pregiudizi, le nostre paure, le nostre diffidenze, i nostri rancori e i nostri “credi”.
La Catena altro non è che un legame stretto tra di noi, un patto di sangue… Al nostro ritorno troveremo davanti la soglia di casa le nostre famiglie e i nostri bambini e in quel momento nostro figlio ci chiederà: “Papà hai vinto?” – “Sì figliolo, tuo padre ce l’ha fatta!”.
Sono stato lungo lo so e vi dico un ultima cosa:
I “poteri forti”, non solo italiani, staranno attenti e cercheranno di fermarci in ogni modo e con ogni mezzo, per questo vi chiedo ora che qualsiasi cosa mi potrà accadere voi mi dovete fare una promessa,
ovvero di andare fino in fondo, non vi fermate mai, se cadremo ci rialzeremo, sempre… fino alla vittoria finale!
Voi non avete bisogno di leader, non siate più “pecore”, avete solo bisogno di riscoprire cosa significa appartenere ad una grande Nazione come era, come è e come sempre sarà la nostra Italia! Riportiamola ad essere grande, siamo un popolo meraviglioso, uniti lo possiamo e dobbiamo fare per i nostri figli, per gli eroi del passato che hanno dato la vita per noi. Ci hanno traditi i potenti e svenduti a gente oscura e priva di umanità. Adesso andiamo a riprenderci questa libertà, chi ci crede rimanga ma chi tra di voi ha anche un solo dubbio è meglio che abbandoni ora, perchè verranno tempi difficili e duri.
A chi vi chiede “Ma dopo, che succederà?” rispondetegli così: “Il dopo appartiene al popolo e tu ne fai parte”.
Vi abbraccio uno ad uno e anche se non vi conosco ancora di persona tutti, sono sicuro che avete ora dei compagni, fratelli e sorelle di cui io mi fido. Metto la mia vita nelle vostre mani e voi mettetela nel popolo… vedrete: vinceremo!

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”
Annunci