Castel Volturno(Ce)- Anche a Castel Volturno è iniziato l’anno scolastico, e alcune vecchie e perniciose difficoltà sembrano essere state finalmente superate, ma non vorremmo che ne iniziassero altre che con maggiore attenzione e programmazione potrebbero essere facilmente evitate. Un gruppo di mamme ci ha fortemente  denunciato la difficoltà che hanno nel poter portare i loro piccoli alla scuola materna Garibaldi, auto ferme che bloccano il traffico e impossibilità reale di parcheggiare, ed in giornate di pioggia la situazione diventa oggettivamente critica. In zona,( ci troviamo tra Via  Mazzini e Via Garibaldi –Centro Storico) è ubicata anche la sede comunale, la scuola alberghiera ed il liceo scientifico, quindi un afflusso di traffico e persone non indifferente e in zona non c’è nemmeno la presenza dei Vigili Urbani.  Abbiamo sentito il Ten. dei Vigili Gino Cassandra  che con cortesia e disponibilità ci ha spiegato: “ non solo in questi giorni è materialmente impossibile, perché sono di guardia a turni, a presiedere un ritrovamento bellico  ritrovato in zona e finché non giungono gli artificieri sarà impossibile assicurare qualsiasi altro servizio”. Ma stiamo parlando di bambini … “ comprendo perfettamente, e mi dispiace per questo e chiedo alle mamme la massima comprensione, visto che con l’organico a disposizione non potremo assicurare nemmeno in futuro la nostra presenza. “  Apprezziamo la sua franchezza e serietà nell’ esporre la realtà dei fatti, ma ci sarà pure una soluzione per questa problematica che lei stesso non sottovaluta: “certamente si, stiamo studiando in quella zona qualcosa che sia risolutivo e radicale, un idea che vada a risolvere in modo definitivo il problema, ma per farlo occorre del tempo e in questo momento è ciò che più ci manca” .  Noi siamo a conoscenza delle difficoltà di organico del corpo dei V.U. (appena 16 agenti), ci sono alcuni che da 5 anni non prendono ferie, ma ciò non può essere accettato in un comune che vive unicamente di emergenze, ma tutte le  forze dell’ordine  presenti sul territorio, inviate da Roma dopo la strage di S.Gennaro,   non potrebbero essere impiegate anche in aiuto ai servizi essenziali comunali? I nonni vigili fuori le scuole? La protezione civile? Esisterà qualche soluzione immediata che permetta ai genitori di poter portare i loro piccoli serenamente a scuola? Noi confidiamo nel Commissario prefettizio Dott. Antonio Contarino, a cui per conoscenza giriamo questa nota, confidando nella sua sensibilità e disponibilità ad intervenire in casi del genere

Castel Volturno 13/09/2012 Il Direttore    Tommaso Morlando

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”