Raviscanina(Ce)- Domenica11 novembre, dalle ore 10.30 alle ore 13 in Raviscanina (CE), Centro Studi per il Medioevo di Terra di Lavoro è in programma la tavola rotonda “Scoprire, divulgare e valorizzare il Medioevo” conclusiva della IV edizione di Medievalia – corsidi cultura del Medioevo, ad ingresso libero come di consueto. A coordinare ilavori sarà il Presidente del Centro Studi, avv. Domenico Caiazza. La tavola rotonda è aperta alla partecipazione di Associazioni, Enti, studiosi perpresentare, discutere, analizzare e programmare strategie, iniziative, accordi di programma volti a sviluppare una maggiore conoscenza del Medioevo e dellesue testimonianze in Campania, specie in quella interna (Valle del Volturno, Sannio, Irpinia). Nella prima parte dei lavori, ciascun partecipante presenterà in estrema sintesi l’esperienza realizzata nella divulgazione del Medioevo. In particolare, puntodi partenza del dibattitto sarà l’intenso programma di Medievalia 2012 che harealizzato 12 eventi (di cui 3 organizzati sull’intera giornata) in luoghi che sono preziose e fragili testimonianze del passato (S. Vincenzo al Volturno, Abbazia del Goleto, S. Salvatore di Telese). Eventi tutti realizzati senza alcun contributopubblico, grazie al patrocinio logistico della Provincia di Benevento e dellaDiocesi di Caserta (mediante l’ospitalità offerta agli eventi dalla Parrocchiadi S. Michele e dall’Arciconfraternita del Ss. Sacramento e Monte dei Morti inCasertavecchia), col sostegno di enti ed associazioni territoriali e l’azioneappassionata e volontaristica (per visite guidate, laboratori, conferenze) di oltrequindici relatori, alcuni molto giovani, soci delle associazioniorganizzatrici.

Eventi,quelli di Medievalia, lontanissimi alla vuota rappresentazione del mondomedievale costruita col taglio della finzione cinematografica, spesso impropriamentepresentati come “rievocazione storica”. Medievalia, infatti, prova a suscitarecuriosità ed emozioni nei partecipanti, con spirito gioioso e scanzonato, mafilologico e profondo nei contenuti, grazie ad azioni realizzate in rete ed inpiena sintonia con il territorio, valorizzato nei suoi tesori d’arte, di storiae di ambiente e non usato come contenitore e muto spettatore.

Nellaseconda parte della tavola rotonda, si cercheranno i presupposti per costruire sinergiee collaborazioni finalizzati alla realizzazione di iniziative culturali, allaluce delle criticità emerse e dei punti di forza sperimentati. Sicuramente nelsegno della continuità, la presentazione pubblica del primo evento della Vedizione di Medievalia (nella tavola rotonda si comincerà a definire il restodel programma) in programma Domenica 20 gennaio 2013: un importante convegnostorico multidisciplinare in occasione della ricorrenza dei 900 anni dellaDiocesi di Caserta. Relatori i piùimportanti studiosi (universitari e non) che negli ultimi trent’anni si sonooccupati della storia (dell’arte, dell’architettura, della cultura) di Casertae del suo territorio diocesano. Il volume degli atti si preannuncia come untesto di insostituibile riferimento per la conoscenza della storia di Caserta edel territorio ad essa legato. Il programma dettagliato degli interventi è giàsul sito: http://www.vicusmedievalias.altervista.org.

Altrainiziativa di cui si dibatterà lo sviluppo futuro è il Cammino di San Pietro Celestino,un itinerario di fede, cultura e natura tra gli splendidi paesaggidell’Appennino e il Volturno, già tracciato ed inaugurato in alcune areedell’Alto Casertano e in espansione verso il Molise, l’Abruzzo e il BassoLazio.
Medievalia 2012, giunta alla IVedizione, è una iniziativa ideata ed organizzata dall’Associazione Culturale”Ave Gratia Plena” di Limatola (BN), dal Centro Studi per il Medioevodi Terra di Lavoro e dall’Associazione Culturale “Francesco Durante”di Caserta.

Associazione Culturale “Ave Gratia Plena”
Ente non commerciale (D.L. 460/97 e L.383/2000)
via Campitello, 9 – 82030 Limatola (BN)
Valerio Marotta (pres.) 338/6378067
Pietro Di Lorenzo (segr.) 347/1923889
web-page: http://www.assoagp.altervista.org

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”