Italia- Il direttore scientifico dell’ Istituto di Oncologia Umberto Veronesi ha definito l’ergastolo una pena antiscientifica e anticostituzionale. Antiscientifica: dal momento che il nostro cervello come gli altri organi può rinnovarsi. Anticostituzionale: perchè nell’ articolo 27 della Costituzione Italiana è scritto che le pene devono essere tese alla rieducazione del condannato . Un uomo non può essere colpevole per sempre , e una pena per essere giusta deve avere un inizio e una fine . Giuliano Pisapia prima di essere sindaco di Milano, ha lavorato alla Commissione Ministeriale del Codice Penale e all’apertura della quarta Conferenza Mondiale di ” Science for Peace” alla Bocconi . Egli ha detto : “L’ergastolo dovrebbe scomparire dal Codice Penale di un Italia democratica “. Alla base dello slogan lanciato da Veronesi c’e una lettera di un ergastolano inviata all’Oncologo . L’uomo entrato in carcere con la quinta elementare è laureato in giurisprudenza e sostiene la battaglia per l’abolizione della reclusione a vita che prevede il lavoro e l’isolamento notturno .Il valore della vita umana non è qualcosa di cui si può disporre liberamente, ma è un dono per colui che si apre al perdono e non si allontana dal mondo e dagli uomini(Articolo a cura di Giovanna Petruccelli)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”