Tre morti per complicazioni post operatorie negli ultimi dieci giorni nel reparto di cardiochirurgia dell’ospedale di Caserta. Abbastanza per indurre il direttore generale Franco Bottino a chiudere il reparto per lavori urgenti di riqualificazione e miglioramento degli standard di sicurezza. Il decesso dei tre pazienti, con gravissime patologie e quindi altamente a rischio, non sarebbe dipeso da cause inerenti lo stato dei locali e questo è stato riscontrato anche da un’analisi microbiologica effettuata dai vertici sanitari per individuare eventuali focolai di infezione in atto.Ad ogni modo quanto accaduto ha fatto anticipare l’intervento di ristrutturazione al reparto di cardiochirurgia e terapia intensiva diretto dal professor Piazza, nell’ambito di un programma di interventi che riguarda tutta l’azienda ospedaliera. La chiusura del reparto, per almeno 15 giorni, comporterà ad ogni modo grossi disagi per l’utenza in quanto non ci saranno interventi chirugici di elezione e i casi più gravi dovranno essere trasferiti all’ospedale di Avellino.(Segnalazione da “CasertaNotizie”)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Annunci