Piedimonte Matese(Ce) – Festa di sapori, image001colori, creatività ed espressione di nuovi talenti: L’Istituto Alberghiero “V. Cappello” è tornato in festa per l’esame finale del “Corso di base per Pizzaiolo. Il corso, durato 22 ore distribuite in 9 incontri, è stata una vera e propria avventura in risposta all’esigenza di vicinanza del territorio che da Benevento arriva fino alle pianure di Caserta. Molti i partecipanti (cinquantasei) provenienti da San Marcellino, Casal di Principe, Fontegreca (il Sindaco, signor Antonio Montoro, è stato uno dei partecipanti più entusiasti!), Letino, Gallo Matese, San Potito, Aversa, Piana di Monteverna, Marcianise, Faicchio, Alife, Sant’Angelo d’Alife, Maddaloni, Gioia, San image003Tammaro, Portici di Napoli, ecc.
Si era partiti con delibera del Collegio Docenti, recepita dal Consiglio d’Istituto di aprire l’Istituto al Territorio (proposta fortemente condivisa e fatta sua dalla presentissima Presidente, Signora Monica Tino), nella considerazione che il Collegio Docenti dell’Istituto è davvero all’avanguardia nell’attuazione della Legge sull’AUTONOMIA della Scuola, come affermato spesso dal Preside prof. Michelangelo Arcangelo Vaccaro, il quale ricorda che le Scuole sono state equiparate alle Autonomie Locali nel darsi regole da sé come i Comuni e le Regioni.
Nel corso della riuscitissiam manifestazione il preside ha rivolto un accorato appello all’Assessore Regionale, Dottoressa Miraglia, di tenere in considerazione l’assoluto bisogno di un CORSO SERALE, che sarebbe un vero e proprio fiore all’occhiello, e che un Collegio Docenti motivatissimo porterebbe immediatamente ai massimi livelli. Infatti i proff del settore, Chef del calibro di Caracciolo, Maio, Santagata, Morra, Florio, Russolillo, Irano, Scasserra, Vitaletti e Cusano, hanno portato la passione per la loro arte in giro per l’Europa ed oltre, vincendo premi d’ogni genere e livello, ma soprattutto rimanendo ben protetti nei cuori dei loro alunni, con i quali sono e rimangono IN RETE, anche dopo il normale corso di studi.
image005Esempio tra i migliori, presente nella Commissione d’esame, un carissimo Ex Prof, lo Chef Pizzaiolo premiato con i tre spicchi da Gambero Rosso, Franco PEPE, il quale, non dimentico di quanto amore ed attenzione ha ricevuto dai colleghi e dai suoi alunni, molti presenti in Commissione con lui… ha invitato il Preside ad inviargli, nella sua famosissima Pizzeria “Pepe in Grani” di Caiazzo, i ragazzi migliori, più capaci e motivati per uno stage ininterrotto, in modo da realizzare il miglior connubio possibile tra Scuola e Lavoro. Egli è rimasto sorpreso per l’originalità delle pizze fatte da tutti i 56 allievi come parte pratica dell’esame ed ha voluto con determinazione, contribuire a segnalare i nove migliori candidati, i quali, ha affermato, potranno avere grandi risultati… se continueranno con passione l’esperienza da giovani Pizzaioli.
I dieci, che si sono distinti nella preparazione della pizza, sono:
Vitagliano Gabriella da Piedimonte Matese, Pitocco Veronica da Letino, , Capitani Giovanni da Letino, Atzeni Luigi da Piedimonte Matese, Careccia Maria da Gioia, De Marco Angelo da Alvignano, De Lillo Tony da Piedimonte Matese, Riccio Vincenzo da Alife, Elio Santoro da image007Piedimonte Matese, Matera Francesca da Piedimonte Matese.
Presenti in Commissione il Presidente del Consiglio Signora Tino Monica, la prima Collaboratrice del Preside, Prof.ssa Erminia Affinito, il secondo Collaboratore, Prof. Bellucci, con lo Chef, Prof. Antonio Caracciolo, Capo dipartimento dell’Istituto e proprietario della Maison de Champagne in Alvignano, la Prof.ssa Luisa Scasserra, Docente e Direttrice di Sala, la Prof.ssa di Ricevimento Concetta Simonelli, la Prof.ssa d’Alimentazione Paola D’Amore, il Prof. Vincenzo Coppola, Agronomo e Docente della Parte Teorica del Corso (graditissimo agli alunni, nonostante l’ostica materia: fermentazione, chimica della lievitazione, ecc.), la Prof.ssa Antonella Giardullo, Funzione Strumentale Area 3, la Prof.ssa Deborah Paolozzi, Funzione Strumentale Area 2 e Ideatrice Progettista del Corso, lo Chef, Prof Morra, vero instancabile mattatore Docente della Parte Pratica del Corso, che gratuitamente ha prestato la sua opera “per aiutare i ragazzi in un momento difficile della nostra bella Italia”, il Prof Carlo Irano, Direttore di Sala, il Prof Fausto Russolillo, Docente e Proprietario della Villa Alta Domus in San Salvatore Telesino, la Prof.ssa Rosaria Pasqualina Marchitto, Docente di Sala, la Dott.ssa Giusy Simeone, Direttore dei Servizi Generali Amministrativi, l’Assistente Amministrativa Signora Vittoria Masullo, sensibilissima RSU dell’Istituto. Presenti anche il Collaboratore Signor Mario Notargiovanni, le Collaboratrici Signore Cassella Giuseppina e Trocciola Patrizia, il Collaboratore/Assistente al Forno a Legna Signor Luigi De Marco, provetto Pizzaiolo per antica passione,l’Assistente alla Sala Bar Signor Vittorio Villano e il Tecnico di Cucina Signor Francesco Puca.
“Una bella squadra, ha sottolineato il dirigente scolastico Vaccaro, che gratuitamente ha permesso la realizzazione del Corso con l’esame finale, il quale si è concluso con un attestato e con la certificazione delle competenze in italiano, inglese, francese e tedesco, come è d’uopo ormai, secondo le direttive europee e la stessa legislazione italiana vigente”.
“La Scuola Aperta al Territorio, ha continuato il preside, oltre che un titolo di un’iniziativa, è ormai una connotazione ideale a cui l’Istituto Alberghiero non vuole più rinunciare, essendo essa prima di ogni altra cosa un vero e proprio impegno civico di aiuto ai giovani e alle lavoratrici e ai lavoratori disoccupati che hanno voglia di riqualificarsi o, perché no, di dedicarsi ad un hobby simpatico da esercitare con gli amici”.
Da Lunedì 8 Aprile, infatti, è iniziato un altro Corso, quello di Pasticceria, che durerà 22 ore e si svolgerà in otto incontri. Piedimonte Matese 15/04/2013 (Articolo a cura del giornalista Nic0la Iannitti)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”