20-04-2013 Presenzano (CE)-0179Presenzano(CE)– Il 20 aprile 2013 in Piazza Margherita in quel di Presenzano si sono raccolti tutti i movimenti, comitati, associazioni e liberi cittadini uniti tutti attorno allo slogan “NO TURBOGAS!” Nota importante la presenza d20-04-2013 Presenzano (CE)-0265 20-04-2013 Presenzano (CE)-0111 20-04-2013 Presenzano (CE)-0112 20-04-2013 Presenzano (CE)-0114 20-04-2013 Presenzano (CE)-0115 20-04-2013 Presenzano (CE)-0118 20-04-2013 Presenzano (CE)-0121 20-04-2013 Presenzano (CE)-0132 20-04-2013 Presenzano (CE)-0135 20-04-2013 Presenzano (CE)-0146 20-04-2013 Presenzano (CE)-0155 20-04-2013 Presenzano (CE)-0157 20-04-2013 Presenzano (CE)-0169  20-04-2013 Presenzano (CE)-0183 20-04-2013 Presenzano (CE)-0195 20-04-2013 Presenzano (CE)-0210 20-04-2013 Presenzano (CE)-0222 20-04-2013 Presenzano (CE)-0226 20-04-2013 Presenzano (CE)-0233 20-04-2013 Presenzano (CE)-0239 20-04-2013 Presenzano (CE)-0257ella cantautrice, attivista e Testimonial per la Pace, Agnese Ginocchio che ha incitato i presenti a continuare a tenere alta la guardia. Presenti il consigliere di Vairano, Lino Martone, la consigliera d’opposizione Pina Conte, la Coldiretti di Presenzano, Emilio Izzo (segretario Uil-Bac Molise),il Movimento No Gas di Capua, le Mamme per la Salute Onlus di Venafro, il Movimento Giovanile Venafrano, e liberi cittadini coordinati dal Comitato per la Salvaguardia dell’Alto Casertano “No Turbogas a Presenzano”. Assenti le istituzioni. La lotta è entrata al suo ottavo mese, e dopo manifestazioni, sit-in, dibattiti e incontri pubblici, l’obiettivo di scongiurare l’istallazione della centrale non è ancora stato raggiunto. Di mezzo c’è la convenzione “Edison – Comune di Presenzano” che pesa come un macigno sulle sorti dell’ Alto Casertano e delle aree molisane confinanti. In realtà tale patto può essere neutralizzato dal ricorso al Tar presentato settimane orsono, ricorso che ha subito la cosiddetta sospensiva che consentirebbe di sapere nell’immediato se la centrale sorgerà o meno. Ma è anche vero che seppur il ricorso dovesse andare in porto, in qualsiasi momento maggioranza (del comune di Presenzano) ed Edison potranno dar origine nuovamente ad un’intesa che, a quel punto, <>. Ma il Comune di Presenzano, Provincia di Caserta, Regione Campania e Prefettura di Caserta non possono più non tener conto della crisi sociale che è esplosa nell’ Alto Casertano. Ci sono cittadini, associazioni di categoria, movimenti che chiedono a gran voce un intervento in merito alla vicenda, ma quel che più preoccupa gli attivisti è la totale indifferenza di quegli organi che dovrebbero garantire quantomeno la pacificazione tra cittadini e istituzioni. La patata, insomma, sta diventando bollente. L’auspicio è che nessuno si scotti, ma la tensione resta altissima.(Movimento Giovanile Venafrano)

Note: Il reportage foto realizzato da Andrea Pioltini, fotoreporter( citare la fonte per la diffusione)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”