Alife(Ce)- Quando l’esasperazione prende il sopravvento.
Piena solidarietà ai due carabinieri feriti e a le loro famiglie e a l’arma dei carabinieri. I carabinieri lavoratori come noi, che per un misero stipendio rischiano la vita ogni giorno. L’Italia in stallo politico da un’ elezione di febbraio inconcludente. Domenica doveva essere un giorno pieno di speranza, con un nuovo governo. E invece.. la sparatoria che è stata anche una espressione violenta di tensioni sociali che si stanno accumulando in Italia. Dove la disoccupazione è in forte aumento, un numero crescente di aziende stanno chiudendo i battenti in modo permanente,e nuovi scandali di corruzione politica fanno sempre più notizia e amplificano il malessere degli italiani ancora di più. mentre la crisi finanziaria ha causato alcuni di suicidarsi, Questa è la prima volta che qualcuno spara per uccidere qualcun altro in un luogo pieno di persone innocenti. La sparatoria ha scatenato brutti ricordi degli anni 1970 e 1980 in Italia, quando il terrorismo interno afflitto il paese in un momento di forti tensioni politiche e sociali, ma da tutto questo che e successo in passato i politici di casa nostra non hanno imparato niente. Il mondo politico deve assumersi le sue responsabilità per la crisi che sta attraversando il paese. Gli italiani Impantanati in una recessione e che soffrono di crescente disoccupazione, Le tensioni sociali e politiche in corso tra gli elettori divisi tra centro sinistra e centro destra, senza parlare delle portate al establishment dei Grillini, e una politica che non da risposte da tanto tempo, poi la solitudini e disperazione prendono il sopravvento e succedono cose brutte, e a pagare sono sempre le povere persone, come in questo caso i due carabinieri … Distinti saluti. Raffaele De SISTO

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”