funeraliS.Agata de Goti(Bn)– Commozione, orgoglio e cori “Tiziano, sei un eroe” nel Duomo di Sant’Agata dei Goti (Benevento) ai funerali dell’ appuntato dei carabinieri Tiziano Della Ratta, ucciso il 27 aprile durante un tentativo di rapina in una gioielleria diMaddaloni. Migliaia di persone hanno applaudito nel duomo di Sant’ Agata dei Goti (Benevento) all’arrivo della bara dell’ appuntato dei carabinieri. Presenti i ministri della Difesa Mario Mauro, delle Politiche agricole Nunzia De Girolamo ed il comandante dell’Arma, Leonardo Gallitelli. Il rito è stato celebrato dall’ Ordinario Militare Mons. Vincenzo Pelvi. A Sant’Agata l’eroico sottufficiale viveva con la moglie e il figlioletto di otto mesi. All’omelia Monsignor Pelvi, rivolgendosi alla vedova e al comandante Gallitelli, ha elogiato la costante e coraggiosa azione degli uomini dell’ Arma, ricordando il sacrificio con la vita di Tiziano ma funerali della rattaanche il ferimento, a distanza di poche ore, dei due carabinieri dinanzi a Palazzo Chigi. Al termine della cerimonia, ancora tanta gente ad attendere la bara di Tiziano, descritto da tutti come «un bravissimo ragazzo legato alla sua terra», salutato con un applauso. Quando il carro funebre si è fermato dinanzi alla chiesa centinaia di persone hanno scandito in coro “Tiziano, Tiziano, sei un eroe”. Gli slogan hanno commosso ulteriormente la moglie Valentina, accompagnata dai familiari, che aveva tra le mani la foto del marito. (Comunicato da redaz. cronaca)

Segue articolo correlato:

Omicidio appuntato Della Ratta: Ancora un altro arresto, il decimo!

Maddaloni(Ce) – E’ stato ucciso da un unico proiettile che ha trafitto il cuore fuoriuscendo poi dalla schiena l’appuntato dei carabinieri Tiziano Della Ratta, colpito sabato pomeriggio in una gioielleria di Maddaloni (Caserta) nel corso di un tentativo di rapina. Lo ha stabilito il medico legale al termine dell’autopsia effettuata all’istituto di Medicina legale di Caserta su incarico della Procura di Santa Maria Capua Vetere.  Dall’esame è emerso che Della Ratta al momento in cui è stato raggiunto dal proiettile era chinato, forse in atteggiamento di difesa.
Una dinamica che coincide con le risultanze delle indagini effettuate dagli investigatori dell’Arma secondo cui il carabiniere, con il collega Domenico Trombetta, una volta accortosi della presenza dei tre banditi avrebbe intimato loro di gettare le pistole venendo però immediatamente colpito a morte. Intanto arrivano ancora nuovi aggiornamenti sul caso dell’omicidio dell’appuntato dei carabinieri, Tiziano Della Ratta, ucciso sabato scorso a Maddaloni (Caserta), dopo aver sventato un tentativo di rapina. Dopo i funerali di Stato, celebrati presso il suo comune di residenza Sant’Agata dei Goti (Benevento), arriva in queste ore la notizia dell’arresto di una decima persona, che sarebbe collegato indirettamente alla rapina: si tratta di V.D.V., di 20 anni. Secondo le forze dell’ordine, il giovane non avrebbe partecipato direttamente all’azione, ma avrebbe messo a disposizione una delle auto utilizzate per effettuare il colpo. Un’accusa, questa, che dovrà essere confermata definitivamente.(CS)

Pubblicato da red. prrov. “Alto Casertano-Matesino & d”