marfella napoliCampania- Ennesimo schiaffo alla Regione Campania. La Corte Costituzionale  continua a fare “orecchio da mercante” e nonostante l’elevatissima percentuale dei decessi per cancro e leucemie, il cui tasso nella sola Regione supera di gran lunga quello di tutte le restanti regioni italiane, con una decisione a dir poco da “incoscienti”,  boccia il registro Tumori. Non sono mancate le reazioni di chi, di fronte all’ennesimo atto di ingiustizia, é impegnato in primo piano per la salvaguardia della salute, un “diritto” sancito nella Carta Costituzionale, ma che, secondo alcuni,  se ne può fare anche a meno.  CAMPANIA TERRA MARTIRE! La Corte COSTITUZIONALE boccia il Registro TUMORI. L’ INDIGNAZIONE dell’ oncologo napoletano Antonio MARFELLA, ambientalista e attivista dei comitati contro i rifiuti, roghi tossici e per la salute pubblica, nonchè membro del direttivo dell’ ISDE(Ass. Medici per l’Ambiente Campania), l’associazione dei medici tra i principali promotori del Registro Tumori. Si riporta il commento di getto del dott. Marfella  che in viaggio per Roma ha così risposto: “LA BOCCIATURA DELLA CORTE COSTITUZIONALE, VOLUTA E DESIDERATA IN REGIONE CAMPANIA SOPRATTUTTO DA CHI LA AVEVA SCRITTA IN TRE ANNI DI GESTAZIONE, E’ SOLO LA ENNESIMA CONFERMA DI UNO STILE TUTTO MERIDIONALE: OGGI ABBIAMO VIGENTE E CONSOLIDATO “IL REGISTRO DEL GATTOPARDO”…..DOVE TUTTO CAMBIA, A COSTI VIGENTI ECCEZIONALI E TUTT’ALTRO CHE ZERO, AFFINCHE’ NULLA CAMBI, SIA NELLA GESTIONE CHE NELLA TRASPARENZA DEI DATI…….CHE TUTTO ESCA NON PRIMA DI AVERE ASSICURATO TEMPI CERTI PER QUALUNQUE POSSIBILE PRESCRIZIONE, E SOPRATTUTTO CHE NULLA CAMBI NELLA MANCATA TRASPARENZA DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICA DEI DATI”……..E SOPRATTUTTO, CHE LA DIMOSTRAZIONE DEL GENOCIDIO CAMPANO RESTI BEN CHIUSA NEI CASSETTI SICURI DEGLI UFFICI REGIONALI…..AFFIDATI AI MIGLIORI GATTOPARDI MEDICI……LA LOGICA E LA LEGGE BRUNETTA DICE CHE SE UN DIRIGENTE SCRIVE N TRE ANNI UNA LEGGE VOTATA ALLA UNANIMITA’ MA BOCCIATA DALLA CONSULTA PER VIZI DI FORMA, DEVE ESSER COME MINIMO RETROCESSO, SE NON LICENZIATO….IN CAMPANIA…SONO STATI TUTTI PROMOSSI……IL GATTOPARDISMO E LA SUA IMMUTABILE LEGGE AL SUD….SEMBRA PROPRIO UNA LEGGE GENETICA…..” ABBIAMO E AVREMO SINO A QUANDO NON SO……IL REGISTRO DEL GATTOPARDO….E PURE MUTO ALMENO SINO AL 2015..…”(C.S.)

Pubblicato da re. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”